lunedì 11 maggio 2009

credenze limitanti


Il mio problema sono queste famose resistenze! …non riesco ad individuarle! Sicuramente ne ho, ma razionalmente mi pare di no! Sono arrivata a capire la legge di attrazione, perchè nel mio cuore lo sapevo già e tutte le cose che leggo a riguardo non mi rispecchiano. Quindi se non le individuo, non le posso eliminare.

Elenix dice che sono l’ostacolo più grande, perchè sono impresse prepotentemente nelle ossa, nel sangue, nel cervello e soprattutto nel cuore.
Per capire dove sono bisogna guardare un settore della propria vita che si vorrebbe migliorare o cambiare, e se non ottieni quello che "credi" di voler ottenere è perchè dentro di te ci sono resistenze o credenze profonde chiamiamole così.
E’ la paura quella che ci frega!

Sempre Elena sostiene che l’accettazione dei propri limiti è il lavoro più impegnativo.
Più si rimane allineati con se stessi e soprattutto centrati su quello che siamo realmente, più le persone affini arrivano a valanghe.
Non bisogna sconfiggere o combattere proprio niente, il problema si scioglie da sè nel momento in cui lo individui e nello stesso momento in cui te ne accorgi (cioè ne diventi consapevole) ecco che la difficoltà sparisce da sola.
Dobbiamo diventare il nostro testimone esterno, ci sarà di grande aiuto.

Distacchiamoci completamente per un attimo da noi stessi e da quel problema specifico e guardiamo tutto con freddezza, con distacco, come se il problema non fosse nostro; creiamo un film e guardiamo le scene che ci piacciono meno. Vedremo che avremo delle belle intuizioni al riguardo!!

Effettivamente qualcosa che non va nel mio lavoro c’è! Io sono davvero convinta di essere brava in quello che faccio e tutto sommato (modestia a parte) penso anche di avere una marcia in più nel mio campo! Allora perché mi ritrovo sempre a fare delle interminabili discussioni per convincere i clienti che dovrebbero fare come dico io e non come hanno visto sulle riviste. Bè è evidente che il motivo non può essere che tutti i cretini li trovo io no? Dato che la sfortuna non esiste evidentemente c’è qualcosa in me nel mio atteggiamento che non va. Io mi aspetto di lavorare per persone così! Quante volte ho ripetuto: “ma sì tanto i clienti sono tutti uguali!” Ecco la spiegazione! E’ colpa mia!!
…la legge di attrazione funziona davvero facilmente in negativo; non serve davvero nessuno sforzo di concentrazione per attivarla.

già pubblicato su www.legge-di-attrazione.net

5 commenti:

  1. Io penso invece che possono esserci vari modi di sconfiggere le famose credenze limitanti. Già la parola “credenza limitante” di per se è un limite. Io sto scoprendo giorno dopo giorno come effettivamente la legge di attrazione, il pensiero positivo o chissà cosa funziona nel modo a noi più opportuno. Sto scoprendo che noi possiamo fare un reset totale della nostra mente. Rcosostruire il passato per averlo nel presente a nostro favore. Le così dette “credenze limitanti” son generate da anni ed anni di cose e convinzioni che abbiamo sentito e con le quali ci hanno cresciuto. Appena inizi davvero a comprendere che tutto è un’illusione e che tutto lo puoi prendere a tuo favore, si apre un mondo incredibile. Con una grossa forza di pensiero e determinazione nel cambiare, si possono ottenere risultati incredibili. Sto piano piano parlandone anche io nel mio blog. Ero partito con un’idea di quel blog, piano piano mi son rivisto perchè questo è uno di quegli argomenti che più mi appassiona. Uno dei tanti appunto. La partenza è tt’altro che facile.. fino al giorno che tu decidi che sia facile. Pensare positivo e ad una cosa bella che ci è capitata nel passato, che magari ci ha fatto provare un’emozione intensa,adesso la posso iniziare ad immaginare, puoi iniziare ad immaginarla anche tu mentre stai leggendo questo righe, ecco che finalmente hai un pensiro positivo. Il tempo è relativo e decidiamo noi quando lo vogliamo di pensare una cosa bella. Basta crederci come vedi. Ed io ci credo che ti ho fatto pensare ad una cosa bella adesso. Ecco come si può cambiare. PNL, legge d’attrazione, visti in un modo differente son tutti aiuti. Per alcuni son solo metodi per andare avanti in una vita brutta. E’ la loro convinzione. La lascio a loro. Quando vedo che io mi sto circondando di persone che mi vogliono bene, che mi cercano, altre criticano questo mio modo di pensare ma lo accettano perchè io accetto il loro, sono già felice. E per i soldi.. è possibile tanto quanto coi pensieri. Che commentone. Volevo parlare un po’ stasera. La scrittura ( secondo la mia attuale convinzione eh eh) aiuta ad arrivare ancora prima ai propri obbiettivi. Un saluto a tutti, GRAZIE per questo sito molto interessante.
    Francesco

    RispondiElimina
  2. Grazie francesco! sei illuminante per certi versi, davvero! Mi rimane però la convinzione che nonstante il pensiero positivo sia la strada da seguire (cosa che mi viene abbastanza naturale in verità) certe “credenze limitanti” (possiamo continuare a chiamarle così per convenzione? anche se come dici è già di per se un limite.) sono subdole e dura da scovare, …ma una volta individuate …voilà sono anche risolte!!! un abbraccio giò
    PS complimenti per il tuo blog

    RispondiElimina
  3. Grazie per i complimenti.. è nato da poco però! Devo ancora sistemare diverse cosucce mi sa, nella struttura. Il tuo è molto interessante, con diversi spunti. L’articolo sulla felicità su qualcosa potrei obbiettare eh eh, ma i blog son forti per questo, lo scambio di pareri, poichè la comunicazione è mooolto importante. Ti rinnovo il ringraziamento!!

    Che siano subdole e dure da scovare è vero.. Io ogni tanto cerco di capire quali sono. Alcune le ho già scovate, altre forse sono ancora dentro, o forse con il lavoro di pulizia che sto facendo grazie a diverse letture sono già sparite. Io sto rivedendo valanghe di convinzioni e la cosa all’inizio può spaventare. Anche perchè appunto ti ritrovi a riprogrammare la mente con le tue convinzioni, ripartendo da zero. Ho scoperto che davvero possiamo cambiarle a nostro piacimento con un attento lavoro però: ovvio che per ora le leggi le fa il governo.. per ora ;-) !

    Per quanto riguarda una volta individuate sì, sono risolte, anche se a dire il vero con un paio ci sto facendo un tete a tete da urlo. A volte lo prendo come gioco, un’altra decisione che ho voluto prendere. Tanti potranno dire: comodo così. E’ vero, è comodo, ma io inizio a vivere bene così. Mi posso imporre tutto ciò che voglio, e questa è una delle cose che sto apprezzando di più!

    Un abbraccio a te!!
    Francesco

    RispondiElimina
  4. Mi piacerebbe sapere una cosa: se la legge di attrazione funziona davvero facilmente in negativo..senza troppa concentrazione..in maniera automatica ,insomma…come mai non vale la stessa cosa per i risultati positivi?
    cioè perchè dobbiamo sforzarci parecchio a livello di concentrazione e volizione per ottenere i risultati positivi?
    Michele

    RispondiElimina
  5. Ciao michele! ma non è vero che non funziona in positivo! funziona altrettanto facilmente se ne siamo convinti! il problema è che noi siamo stati “programmati” male! La negatività sembra più facile da manifestare perché ci è sempre stato insegnato ad avere paura, a preoccuparci, a “temere” le conseguenze delle nostre scelte! Quando eri bambino la tua mamma ti diceva più spesso cose tipo: attento che ti fai male, o copriti che prendi freddo oppure cose tipo Vai che ce la farai, non ti può succedere nulla di male!??
    Questo però è un problema della nostra cultura occidentale giudaico/cristiana …nelle culture orientali o primitive (aborigeni o nativi americani) le cose sono state e sono spesso diverse.
    Noi purtroppo abbiamo a che fare con tutte le credenze limitanti inculcateci dalla nostra cultura manipolata pesantemente fin dal 325 d.C.
    un abbraccio giò

    RispondiElimina