lunedì 25 maggio 2009

La fisica quantistica spiega la legge di attrazione


Tu sei colui che plasma tutta realtà fisica che ti circonda, e tutto ciò che ti accade nella tua esistenza è attirato, chiamato, invocato da te, nel bene e nel male!
Questa è un’affermazione molto forte che potrebbe attirarmi anatemi e accuse di follia imminente, eppure è la pura e semplice verità.

La Teoria

La fisica quantistica è una branca della fisica che si separa dalla fisica classica e nasce dallo studio dell’atomo.
La meccanica quantistica è nata dalla crisi della fisica classica, in quanto quest'ultima era incapace di dare delle risposte plausibili ai nuovi fenomeni che si andavano ad osservare nel mondo atomico e subatomico.
Tutto cambia nel momento in cui si scopre che l'elettrone non è solo un corpuscolo ma anche un onda (energia).
L’applicazione delle leggi della fisica classica allo studio degli atomi portava a risultati assurdi. La soluzione arrivò da Max Karl Ernst Ludwig Planck che lo fece ipotizzando l'esistenza dei quanti (quantità discrete di energia).
Per Quanto (dal latino Quantum) si intende la quantità più piccola di energia o materia con cui si entra in relazione con leggi opposte alla Fisica classica.
In questo modo Planck dimostrò che gli scambi di energia avvengono in modo discreto e non come si è sempre creduto nel "flusso" continuo di energia.
Se si fossero seguiti i dettami della fisica classica l'elettrone ruotando intorno al nucleo perderebbe energia e di conseguenza dovrebbe precipitare sul nucleo stesso. Con il quanto tutto è più semplice disse Einstein.
La fisica classica si pone l'obiettivo di dare una spiegazione partendo dal presupposto che non esistono limiti alla precisione delle misurazioni, mentre per la fisica quantistica il fatto di compiere una misurazione non prevede di ricavare delle quantità precise e univoche.
In sostanza per la fisica quantistica non si può determinare un modello atomico preciso poiché il fatto stesso di studiare un atomo e gli elettroni fornisce energia agli stessi e così facendo ne modifica lo stato.

Molte teorie della fisica, infatti, sembrano riprendere dei concetti che diverse religioni esprimono dalla notte dei tempi.

Una delle più grandi scoperte della fisica quantistica è che tutta la materia, indipendentemente dallo spazio che la separa, è costantemente collegata ed unita. E più osserviamo il mondo a livello microscopico fino al subatomico e più questo legame è lampante.

Due particelle di energia pur essendo distanti a migliaia di km tra loro comunicano, nello stesso momento, in perfetta coscienza e sono in realtà…la stessa particella contemporaneamente presente in posti diversi Questo significa che anche noi siamo uniti nell’Unico Campo Cosciente e che le distanze fisiche sono solo un’illusione in quanto la materia non è altro che Pura Coscienza-Energia condensata in forme diverse.
La fisica dei quanti ha dimostrato che la materia è vuota, il nucleo dell’atomo nel suo centro contiene un “punto di materia/non materia” definito Bip e si tratta di un’ informazione-pensiero condensata.
E’ logico comprendere che se tutta la materia è retta da un pensiero questo pensiero dovrà esistere sempre. Se il Pensiero dovesse smettere di essere anche solo per un attimo tutta la materia non sarebbe più.
Quando sentiamo che il mondo ci sta “crollando addosso” è perché per un certo tempo non abbiamo pensato bene, in maniera coerente con il Principio della materia.

Tutto questo significa decisamente un nuovo modo di pensare e agire non più in forma separata e quindi da spettatore passivo delle “leggi fisiche”, ma come osservatore consapevole e cosciente e soprattutto attivo.
Queste scoperte ci hanno portato a capire l’effetto della volontà umana sul mondo fisico, l’influenza che l’uomo ha sulla realtà e sulle vicende che accadono. È stato infatti scientificamente provato che la mente umana è in grado realmente di interferire sul mondo, e quindi è diventato più comprensibile il fatto che noi non siamo le “vittime” delle circostanze, ma le “cause” delle stesse!!

Nessun commento:

Posta un commento