mercoledì 24 giugno 2009

Chi si lamenta avvelena anche te!!!


E’ un’abitudine piuttosto diffusa, quella di amplificare e lamentarsi a dismisura tutti gli eventi negativi che ci coinvolgono, di minimizzare invece ciò che di bello ci accade, quasi ci vergognassimo di essere "fortunati". Tendenzialmente ci sentiamo tanto "migliori" e affascinanti agli occhi del prossimo, quanto più siamo "sfigati" (si può dire? La parola sfortunati, non regge il medesimo concetto!) Pare perfino che se ci va tutto bene ci procuriamo le grane per potercene "vantare"!

E’ per questo che ho fatto mio il motto "chi si lamenta avvelena anche te: digli di smettere!" La lamentela e la recriminazione sono un atteggiamento talmente di moda da rovinare la collettività!

Proviamo appunto a cambiare il nostro atteggiamento mentale e ci accorgeremo di quante belle sorprese ne scaturiranno!
Perché finché continuerò a preferire parlare di Tizio che ha avuto un incidente, piuttosto che di Caio che ha appena subito un tracollo finanziario, anzichè soffermarci piacevolmente su Sempronio che si è innamorato, continueremo a vivere con la sensazione che nella vita gli eventi drammatici e negativi siano la maggior parte e siano ben più diffusi di quelli belli e rasserenanti.
Ma vi do un notizia in anteprima: NON E’ COSI’!!!

Il mondo è pieno di persone che stanno benone, felici e serene, a cui accadono continuamente cose belle, eventi fantastici e in questo preciso momento se li stanno beatamente godendo con intensità!!!
Ecco quindi una di quelle famose credenze limitanti che ci avvelenano letteralmente l’esistenza influenzando pesantemente la nostra vita!

Altra buona notizia (ma questa l’abbiamo già diffusamente sostenuta): le credenze limitanti e le convinzioni che determinano la direzione dei nostri pensieri sono in ogni momento modificabili!!! (scaricate a questo proposito il report di Fausto "riprogrammare il sub-conscio")

articolo già pubblicato su www.legge-di-attrazione.net

Nessun commento:

Posta un commento