mercoledì 1 dicembre 2010

La legge di Atrazione funziona sempre


La legge di attrazione non è un qualcosa che noi possiamo attivare quando più ci garba per realizzare i nostri intenti. Voglio dire che noi non siamo in grado di fare dei trucchetti per accendere o spegnere questa legge.
Stiamo parlando di una legge universale, non del regolamento di quartiere. Essa è SEMPRE attiva ininterrottamente 24 ore su 24, 7 giorni su 7 (come certi siti in internet per guadagnare da casa ahahah!!)!

La Legge di attrazione è una Legge Naturale, non fa nessun tipo di capricci, ne di preferenze, ne di eccezioni. Non siamo noi ad attivarla quando ne abbiamo bisogno o quando ci ricordiamo che esiste! Essa agisce sulla base dei nostri sentimenti più forti, delle nostre convinzioni radicate più in profondità, del nostro carattere, del nostro modo di essere più spontaneo., ma agisce SEMPRE!

Quindi deve esserci molto chiaro che noi non possiamo alzarci domattina e dire: "Bene adesso ho voglia di usare la legge dell’attrazione per sistemare le mie grane al lavoro" "adesso mi concentro, richiamo in superficie le emozioni che mi servono, metto in moto tutta la procedura" Tac!!! Detto fatto! Adesso esco di casa e quando un automobilista mi suona al semaforo gli urlo a pieni polmoni tutto l’animo mio!!!

NO! Non è così che funziona la faccenda!

Se noi vogliamo cambiare la nostra vita, noi dobbiamo cambiare noi stessi. Se la nostra vita non ci va bene così com’è evidentemente c’è qualcosa in noi che non va che non è allineato alla matrice dell’universo che è amore e compassione…. Quindi? Noi dobbiamo lavorare su noi stessi e cambiare il nostro modo di essere, di rapportarci con noi stessi e con il nostro prossimo.

L’universo si accorgerà dei nostri cambiamenti e apporterà alla nostra vita le modifica conseguenti.
Ma se noi non siamo disposti a cambiare profondamente, la nostra vita resterà quella che è, esattamente quella che abbiamo prodotto fin’ora con il nostro carattere e con il nostro atteggiamento.

Ricordiamo sempre che nulla accade per caso. Noi raccogliamo quello che seminiamo. Noi siamo la conseguenza di ciò che abbiamo pensato e provato nel passato e di ciò che siamo stati.
Quindi domani, saremo inevitabilmente quello che stiamo pensando e provando oggi.

Articolo già pubblicato su www.legge-di-attrazione.net

20 commenti:

  1. ciao Giovanna,
    sono d’accordo con te sul fatto che la legge di attrazione funzioni sempre e che noi siamo spesso i “peggiori nemici” di noi stessi.Per me,come tu affermi chiaramente è la paura sulla quale fatico ancora a non focalizzarmi,la mia più grande nemica e sabotatrice:la paura di non riuscire,di non essere all’altezza,di non MERITARE.Non è facile uscire da questi schemi mentali limitanti ed utilizzare il pensiero positivo.Sto compiendo piccoli passi in questi ambiti,ma come riesco ad acquisire un po’ di fiducia in me stessa ecco che c’è un ritorno all’indietro.Paradossalmente anni fa quando neppure sospettavo l’esistenza delle legge di attrazione sono riuscita ad attrarre a me cose grandiose(vedi nascita dei miei figli ad es.),mentre ora nonostante sforzi ed “esercizi” i risultati sono “minimi” o perlomeno al di sotto dei miei obiettivi.Desideravo fare una domanda che apparirà banale ad alcuni e che probabilmente è gia stata fatta parecchie volte:se un desiderio ,dopo anni, non si concretizza “è giusto” non guardare la realtà e perseverare o c’è un punto in cui dobbiamo dirci:non è per me? Io sono una che è molto perseverante(o si potrebbe dire ostinata,dipende dai punti di vista),credo FERMAMENTE nella legge di ATTRAZIONE,ma vorrei vedere risultati concreti,anche se comprendo come tu ben spieghi che non è che una mattina mi posso alzare,attivare la legge e d’un botto vedere realizzarsi i miei sogni più grandi.Spero di essere stata chiara e ti ringrazio se vorrai rispondermi e per i tuoi articoli così chiari e mirati.Un abbraccio di luce Carla

    RispondiElimina
  2. Ciao Carla, fossi in Te lavorerei sul “caro vecchio attaccamento”… ;)
    Dici bene quando ipotizzi che “mentre si esprime un desiderio sia necessario rimanere focalizzati sul presente e immaginare la realtà così come la desideriamo e non come appare ai nostri occhi”…che molto spesso filtrano solo ciò che le nostre credenze ci consentono di vedere e credere…”

    Se vuoi vedere risultati concreti ed essi non arrivano è perché l’Universo ti sta dicendo: “Mia Dolce Creatura focalizzati di più su ciò che Sei, su ciò che hai, apprezza e goditi l’Abbondanza e la Magia che già ora è presente nelle Tua Sacra Vita…tutto ciò che vuoi sta ritardando nello giungere a Te perché sei “presa”da questa Manifestazione, troppo presa…come se ne andasse della Tua Vita, ma la Vita è Ora. Abbraccia il Presente e vedrai che ciò che chiedi giungerà a Te senza sforzo e come VALORE AGGIUNTO e non come “elemento tappa buchi” :) Fausto

    RispondiElimina
  3. ciao carla, mi permetto anch’io di dire la mia per quanto Fausto sia sempre molto esaustivo, ma spesso un po’ criptico eheheheeh …è il suo fascino!!!!!! …no assolutamente no non c’è un momento in cui è lecito dire non fa per me …perchè non c’è nulla che non fa per te! probabilmente c’è appunto ancora qualcosa o molto che ti frena, ed è quello su cui devi lavorare, ma non con indicibili sforzi. é tutto molto semplice una volta compreso. Dici di essere convinta della verità della legge di attrazione e allora…. semplicemente (traducendo ciò che dice Fausto) slegati dal bisogno! desidera senza averne bisogno, tanto nel tuo cuore sai che otterrai ciò che vuoi e soprattutto non ne hai bisogno, perchè tu sei già felice hai una vita fantastica dei figli di cui sei innamorata… tutto ciò che verrà ben venga, ma è in più! Tu non ne hai bisogno!!! …sembra facile eh ;) coraggio non mollare è solo questione di allenamento e di mentalità.
    smack!!!

    RispondiElimina
  4. Cara Gio,
    ti ringrazio per l’incoraggiamento,e’ sempre bello che qualcuno ti sostenga,soprattutto quando sei presa dallo sconforto perchè pensi di non “essere in grado” di manifestare.Hai ragione non è per niente facile,sto proprio lavorando “di brutto” sul distacco cioè sul DESIDERARE SENZA AVERE BISOGNO,ma come dici tu ci vuole molto allenamento e tanto dipende dai vissuti di una persona.Per quanto riguarda la risposta di Fausto non direi che è criptico:è stato piuttosto chiaro nel suo commento.La cosa strana è che “SEMBRA” tutto si stia arenando proprio nel momento in cui come dice lui sto cercando “di abbracciare il presente” e di non vivere come se tutto dipendesse dalla realizzazione di questo desiderio.Tempo fa quando ero focalizzata solo su questo si avvertivano piccoli passi nella direzione di questo desiderio,mentre ora inspiegabilmente sembra che tutto si stia allontanando.Per quanto riguarda la sua espressione “elemento tappa buchi” presumo che Fausto intendesse affermare che fin che il desiderio è un bisogno e crea aspettative e quindi mancanze è difficile che venga soddisfatto.Spero di essere stata chiara e di aver compreso.Grazie ad entrambi.Vi abbraccio Carla

    RispondiElimina
  5. Carla, se posso permettermi di darti un ulteriore consiglio, se devi “lavorare di brutto” …forse è meglio se prima ti dedichi un po’ a te stessa, e cerchi di trasformare la serenità che ti serve nel tuo normale istintivo stato mentale. ..Ti giro un consiglio che a suo tempo per me è stato utilissimo (e viene sempre dal buon “vecchio” criptico Fausto) concentrati sulle persone di cui sei innamorata (per esempio i tuoi figli o il tuo compagno se ce l’hai). Finchè non avrai raggiunto la serenità come stato acquisito, continuerai a fare tre passi avanti e due indietro (o magari di più!)…

    RispondiElimina
  6. Ciao
    sono in una situazione simile a quella di Carla.Conosco la legge dell’attrazione nel mio intimo da sempre…ora ne ho trovato l’esternazione, non so come altro dirlo. La cosa strana è che prima funzionava benissimo, senza esagerare sulle focalizzazioni e/o desideri, intuivo che c’era e basta.
    Da quanto sono troppo concentrata su una cosa, sicuramente la sento come bisogno, nn funziona più…..anzi no funziona benissimo per le cose che nn voglio, o delle quali forse inconsciamente mi voglio liberare, probabilmente lì la cosa riesco ad applicarla benissimo.
    Per ora leggere libri e conoscere più aspetti mi ha aiutato ad essere molto più serena, focalizzandomi sulle cose belle che sono e che ho, ma come si fa a nn cadere nell’ansia del bisogno? mi rendo benissimo conto che il freno può essere quello, ma su cosa concentrarmi per nn avere il bisogno invece del desiderio?
    Un sorriso a tutti voi e un grazie a chi mi risponderà Elena

    RispondiElimina
  7. Ehi questa sì che la so!!! …è facile Elena!!!
    Quando senti quell’antipatico magone nella gola e quel fastidioso blocco nella pancia ….individualo subito (è facile no? non stai bene!!) e distogli subito l’attenzione da ciò a cui stavi pensando e portala su qualche cos’altro. Tipo le ultime ferie che hai fatto, una bella sciata che ricordi, una gita al mare, una bella canzone, una persona che ami, un qualsiasi ricordo che ti susciti belle emozioni o anche qualcosa di buffo, una gag che hai visto, pensa a benigni che canta l’inno del corpo sciolto… e concentrati, sorridi! magari dopo un po’ quando ti rilassi la tua attenzione torna su quello che non vuoi (tranquilla è naturale) ripeti la stessa operazione di prima!!!! fallo all’infinito (non sarà infinito non preoccuparti) ad un certo punto ti verrà quasi automatico stare focalizzata su ciò che ti fa stare bene e lo farai senza sforzo (ricordi …è questione di allenamento!!!) Io l’ho imparato bene!!! l’ultima volta che non l’ho fatto mio marito mi ha sbattuto la macchina che è ancora lì con il suo cerotto per ricordarmi che l’angoscia non deve avere posto nella mia pancia (scusatemi ma è lì che io la sento!) ;)

    RispondiElimina
  8. Si è la pancia il luogo….quando qualcosa non andrà nel verso giusto o non è quello che vuoi te lo dice subito.
    Ma vorrei capire davvero come non dare ansia a quello che desidero con tutto il mio cuore….
    distoglierne la mente?
    come capire se quello che voglio è quello che voglio davvero e sto male per le paura di non ottenerlo (il freno più frenante perchè ti vuole convincere che non è per te, che nn vale la pena, che nn meriti abbastanza…insomma gli imprinting che dicono che desiderare è la cosa sbagliata)
    devo cercare in me quella sensazione di……so che le cose vanno come voglio io?
    a volte ho avuto l’impressione che solo quando la mia “fantasticheria” il mio desiderio mi si visualizza spontaneamente allora funziona…è così? Elena

    RispondiElimina
  9. Ciao Elena se sei convinta di volere davvero una certa cosa e il pensiero di ottenerla ti fa stare male significa che hai fatto doppiamente BINGO! mi spiego meglio se il pensiero del tuo desiderio realizzato ti angoscia significa che hai scovato una di quelle subdole credenze limitanti che ci sabotano continuamente!!! e già questo è un gran risultato! …hai letto il fantastico report di Fausto su http://www.leggediattrazione.net/ su come riprogrammare il sub conscio? leggilo ti illuminerà su come affrontare queste situazioni. Un’altro post che può aiutarti a capire è http://giopop.blogspot.com/2009/06/liberarsi-delle-credenze-limitanti.html
    una volta che sarai riuscita a trasformare una tua credenza limitante in un tuo punto di forza non avrai più alcun ostacolo alla manifestazione di ciò che vuoi!!!

    “a volte ho avuto l’impressione che solo quando la mia “fantasticheria” il mio desiderio mi si visualizza spontaneamente allora funziona…è così?” No non è così, solo che in quelle situazioni evidentemente non avevi ostacoli mentali tra te e il tuo scopo! …però anche questi ostacoli non sono poi così terribili, tutto sta nello scovarli ….e accettarli! …Non sono cattivi! non dobbiamo combatterli; loro ci sono e basta senza alcuna connotazione negativa. una volta individuati basta lasciarli andare e da “nemici” diverranno nostri alleati!
    ciao ciao giò

    RispondiElimina
  10. Cara Gio,
    mi dispiace ma davvero per me non c’è niente di facile,tutto da prima a dopo la conoscenza della legge d’attrazione è comunque stato per me “sofferto e sudato”,Scusa ma faccio fatica a “credere” IN QUELLE PERSONE alle quali basta la visione del film o la lettura del libro “THE SECRET” per rivoluzionare la propria vita.Non è scetticismo,sono convinta che se uno dopo una lettura cambia completamente la propria vita probabilmente aveva già raggiunto dei traguardi spirituali di cui non era consapevole.Le letture sono un ottimo aiuto soprattutto se incontrate nel momento giusto,ma non bastano da sole,almeno per me.Dici bene che dovrei lavorare per la mia serenità interiore:è QUELLO CHE STO CERCANDO DI FARE DA 5 ANNI A QUESTA PARTE in diversi modi.Per esperienze che non sto qui a raccontare sono stata piuttosto male e il mio malessere è stata la MOLLA CHE MI HA SPINTO A RICERCARE, a “cercare di crescere” spiritualmente perciò ringrazio la malattia e tutte le persone e le letture che ho incontrato sul mio cammino e che hanno contribuito ad aggiungere piccoli mattoni ogni giorno per costruire ciò che sono e andare verso il mio benessere,ma non concepisco chi minimizza queste cose,chi fa tutto facile….(non mi riferisco a nessuno in particolare,ma è pur vero che c’è sempre qualcuno che sembra avere la verità in tasca).Io sono riuscita ad arrivare fin qui con tanto lavoro,molte difficoltè,la legge d’attrazione ha fatto sì che potessi essere un po’ più fiduciosa nei confronti della mia matrix divina e della vita stessa,ma sono un a persona che pur AMANDO LA VITA” deve avere “una dose di sofferenza perchè il mio subconscio spesso rema contro ,per cui non è che dall’oggi al domani cambia tutto.Ultimamente sono anche più confusa poichè non riesco a vedere neppure i piccoli passi precedenti,sembra tutto bloccato,andato indietro per cui mi è difficile CREDERE nella mia capacità di MANIFESTARE.Mi scuso non volevo essere negativa,ma è davvero come mi sento ora e DESIDEREREI vedere almeno un piccolo risultato che mi spinga a proseguire con fiducia e CONVINZIONE di essere sulla strada giusta.Scusate lo spazio preso.UN GRANDE ABBRACCIO Carla

    RispondiElimina
  11. Cara Carla, hai perfettamente ragione. un lettura non ti cambia la vita! non c’è dubbio! Anche la scoperta della legge di attrazione e la sua assimilazione sono parte di un percorso spirituale (il mio è partito dalla curiosità per le dottrine orientali, ma forse da una profonda convinzione che in quello che “sapevo” c’era qualcosa di grosso che non tornava!) The secret poi è senz’altro un libro piuttosto superficiale, anche se basato su una grandissima verità. Non è tutto per niente facile tutt’altro. La buona notizia per me però è che finalmente tutti i tasselli sono andati al loro posto e anche se spesso non è facile, c’è finalmente una spiegazione alle difficoltà e un senso di marcia molto chiaro. Che ci sia qualcuno che ha la verità in tasca, penso solo sia una bella opportunità. che poi la verità non sia una bacchetta magica che risolve all’istante tutte le difficoltà anche! Vedi che però sei tu stessa a farti la diagnosi… Se tu devi avere una dose di sofferenza e questa cosa ti va bene a me va meglio, ma se non ti va bene sta a te cambiare direzione. Dall’oggi al domani non si cambia proprio niente, a meno che non ci sia una predisposizione fuori dal normale. In ogni caso siamo calati in una realtà spazio temporale che fa sì che il tempo sia concepito e utilizzato in un certo modo e non si può certo prescindere da questo. Io non conosco la tua storia, e non so a cosa ti riferisci, ma dici che per il passato hai avuto delle prove della verità in positivo, perchè in negativo mi pare tu continui ad averne no? aggrappati alle prove positive che hai avuto e prova a fidarti intanto di quelle. Se invece continui a pensare al fatto che devi avere la tua dose di sofferenza, sai bene che è quella che continuerà ad arrivarti. Io ripeto, non conosco la tua storia e non conosco te, quindi vado male anche a dirti delle cose, ti dico solo questo: un libro che mi ha aiutato moltissimo è “la Legge dell’attrazione” di Esther e Jerry Hicks, credo che davvero lì ci sia tutto quello che c’è da sapere. Ribadisco, la facilità del metterlo in pratica dipende tutto dal punto di partenza. A me è andata di lusso, io sono sempre stata una persona “fortunata” …mio papà mi ripeteva sempre ad ogni difficoltà: “per fortuna che non era forcelluto, come disse quel tale che si infilò un ramo nell’occhio!”

    RispondiElimina
  12. ciao carla,
    io non ho mai scritto e forse non sono la persona più adatta a risponderti….ma vorrei farti notare alcune cose.
    tu scrivi”mi dispiace, ma per me non c’è niente di facile”. vedi io ho imparato che se le cose le fai complicate, diventano complicate…ma se le fai facili diventano facili.
    mi spiego….il tutto si basa dove focalizzi la tua attenzione….se pensi che per raggiungere la serenità devi passare per strade tortuose, quello sarà la tua strada.
    ma se ti focalizzi che per raggiungere i tuoi obiettivi, ci vuole poco, ma veramente poco… allora quella sarà la tua strada, la tua verità.
    non sono una di quelle persone che pensano di avere la verità in tasca, nè tantomeno la sola lettura del libro “the secret” può far cambiare la propria vita, ma credimi, se è vero come è vero che credi alla Legge di Attrazione,ti posso garantire che ho letto il libro e mi sono appassionata alla legge di atttrazione, in un momento molto particolare della mia vita….il libro è stato attratto a me perchè chiedevo risposte a certe domande!!! e le ho avute!!!!!!!
    forse non sono stata utile a sciogliere i tuoi nodi, ma ti prego di riflettere su una cosa: COSA VUOI VERAMENTE?
    ho letto che se volgiamo andare in una determinata città, ma ad un certo punto non seguiamo il nostro itinerario e perdiamo l’orientamento, probabilmente non arriveremmo mai a destinazione, ma ritorneremmo al punto di partenza….
    pensaci….forse ti focalizzi troppo sulla paura di perderti, lasciati andare….e goditi il tuo viaggio!!!
    un abbraccio Mirella

    RispondiElimina
  13. Cara Carla
    so di cosa stai parlando......io sono stata senza orientamento per un anno.... e garantisco che sentendomi così nn facevo che attirare di peggio. onestamente devo ancora uscirne del tutto, avrai letto i miei post di sopra, ho una cosa a cui tengo moltissimo e sicuramente non è ancora ottenuta, forse un tempo mi sn rassegnata e sto provando di uscire da quello stato mentale.No sbagliato: STO uscendo da quello stato mentale, ma solo io posso farlo.
    Scusa ma se parti dicendo per me non c'è niente da fare, allora non ci sarà nulla da fare. lo dico per esperienza, anche solo per l'atteggiamento mentale con cui ci si presenta agli altri, vedi io so che a volte qualcosa in me ha paura e rema contro, ma l' penso alle cose positive che ho, alle volte che volevo qualcosa e l'ho ottenuto, e nn ci crederai ma senza che io avessi cercato nessuno, i miei amici non solo stanno tornando, ma sono loro a cercare me per, dicono che do loro forza, che sn così ottimista che li riempio di forza...( per me eccedono).
    Comunque non è un libro o un film che cambiano la vita, quelli sono consigli per sapere come far funzionare cose, e credo che tu come me abbia sempre saputo che funzionavano così ( non ridere ma quando il tizio parlava dei parcheggi, ho sorriso, sono anni che i miei parcheggi comodissimi sono famosi, so che parcheggerò dove voglio, certa, e lo trovo sempre), è che a volte funziona solo sulle cose negative perchè le visualizziamo bene bene bene, ci pensiamo sempre...
    cerca una tua soddisfazione, una cosa ottenuta, cerca il come ti sei sentita quando è successo, riparti da lì.
    Lpo stato d'animo, legge o non legge, è tutto.
    elena

    RispondiElimina
  14. Care Gio e Mirella.
    vi ringrazio per le vostre risposte,non è facile poter trovare sulla strada amiche che comprendono.Gio ti ringrazio per il libro di Esther e Jerry Hicks:è uno dei primi che ho acquistato e penso sia illuminante come dici tu.Anch’io sono partita dalle dottrine orientali e penso che i principi del buddismo siano in fondo quelli della legge d’attrazione …Per quanto riguarda la mia sofferenza non intendevo dire “che devo averla”,ma che per me è molto difficile(non trovo altro modo per esprimermi) liberarmene per ciò che concerne probabilmente il mio karma,per le mie credenze limitanti, soprattutto forse per l”idea che ,essendoci nel mondo tanta sofferenza,io non possa meritarmi felicità e benessere.Ci sto lavorando ed ero ,secondo me, arrivata ad un buon punto,almeno ad avere di nuovo fiducia in me stessa e nell’universo intero,cominciavo ad avere un discreto benessere psico-fisico,a vedere piccoli ,ma significativi passi nella mia evoluzione,a sentirmi meglio con me stessa e con gli altri, a vedere come tu dici “I TASSELLI ANDARE AL LORO POSTO”quand’ecco non so,non capisco cosa sia successo(e questo non capire mi fa stare veramente male) tutto si è improvvisamente inceppato,hanno iniziato ad arrivare ostacoli alle mie manifestazioni tutto pare essersi rovesciato.Purtroppo in questo periodo non riesco a prenderla bene,è un momento di grande disagio e confusione perchè dal momento che scopri di essere tu l’artefice della tua vita hai forse anche più aspettative e se non riesci a realizzarle ti senti “un pò incAPACE”,INADEGUATO E NON PUOI “COLPEVOLIZZARE” NESSUNO al di fuori di te stessa…Per quanto riguarda Mirella l’unica cosa che posso dirti è che credo fermamente(almeno nel mio conscio)di avere chiari e precisi gli obiettivi che desidero raggiungere,CREDO di SAPERE ciò che desidero VERAMENTE,lo visualizzo ogni giorno ,l’ho scritto e lo rileggo sempre provando le sensazioni come se fosse già realizzato per questo oggi,soprattutto stasera in cui ho ricevuto risposte contrarie ai miei desideri,sono molto triste ed angosciata perchè non capisco cosa è successo da 15 giorni a questa parte per modificare il tutto.A questo punto che faccio?Mollo tutto e dico non ce l’ho fatta? non era per me? io non mollo facilmente e non sono neanche dell’avviso di chi dice “sei sicura che fosse ciò che volevi? La risposta è sì.è ciò che volevo ma qualcosa non è andato come volevo,come mai?Scusate lo sfogo,ma è una sera tristissima e paricolare nella quale ho cercato di vedere il positivo,di AVER FEDE che si concretizzasse ciò che desideravo,ma così non è stato.LA LEGGE D’ATTRAZIONE FUNZIONA SEMPRE?GRAZIE PER TUTTO UN ABBRACCIO DI LUCE A TUTTI(una Carla un pò sfiduciata)

    RispondiElimina
  15. Un grazie anche ad Elena per l’incoraggiamento.Stasera mi sono letta e riletta un po’ di articoli per trarne forza e cercare di capire dove sto commettendo errori(come ho già affermato più volte in qs. post per me è fondamentale capire l’errore non per castigarmi,ma proprio per acquisire consapevolezza e ripartire verso le mie mete con più slancio e fiducia ).Ho riletto l’articolo di Fausto sul modo per manifestare i desideri più velocemente e a me sembra di averlo utilizzato,soprattutto ultimamente.ma l’evidenza mi dice che i risultati appaiono esattamente al contrario,parto dall’esempio più banale,ma più comprensibile.Dopo uno o due mesi dall’applicazione della LOA ho avuto subito significativi miglioramenti dal punto di vista psico-fisico,inoltre dopo un periodo piuttosto duro in cui avevo perso peso dopo soli 15 GIORNI(ovviamente facendo anche le azioni adeguate) sono riuscita a recuperarlo quasi del tutto,ora che altre cose ben più importanti si sono interrotte ,pur continuando la stessa cura e mangiando regolarmente,ho di nuovo perso peso ,nel contempo una persona a cui tengo moltissimo sembra essersi allontanata da me e sono ritornate alcune forme d’ansia.Ho letto il nuovo report di Fausto su come riprogrammare il subconscio e forse sta lì l’inghippo.forse il mio subconscio mi ha remato contro proprio nel momento in cui stavo facendo passi in avanti(sto cercando”disperatamente di trovare una causa)!S.O.S se qualcuno riesce a comprendere qualcosa nel caos che ho illustrato mi faccia sapere.Mi scuso se ho tediato con i miei esempi,ma magari qualcuno ci si ritrova ed è anche e soprattutto condividendo che si apprende.A tutti un abbraccio di LUCE Carla

    RispondiElimina
  16. Carla, penso che tu non abbia tediato proprio nessuno! questi forum servono proprio per aiutare più persone possibile a capire e a capirsi! e gli esempi servono a rendere le cose più chiare! Non pensare che io sia una presuntuosa, (credo solo di aver capito abbastanza bene come funziona questa grandiosa legge e di riuscire ad utilizzarla discretamente a mio vantaggio) ma credo che la tua situazione sia davvero molto semplice da quello che tu dici. Provo a far un analisi, solo per provare insieme a uscirne! Tu hai scoperto come funzionano queste cose e ti ci sei applicata cominciando (ovviamente) ad ottenere dei risultati. Però come tutti noi hai in te stessa una bella mole di credenze limitanti che ti hanno rallentato il processo (o addirittura bloccato) … invece di reagire lasciando andare i timori, ti sei fatta prendere dal panico entrando in un circolo vizioso senza uscita …“e questo non capire mi fa stare veramente male“ …”non riesco a prenderla bene,è un momento di grande disagio e confusione” …è una sera tristissima e particolare” Vedi che le risoste te le dai da sola!?! …ti consiglio di leggere anche un altro post che forse può aiutarti a capirti http://giopop.blogspot.com/2009/06/liberarsi-delle-credenze-limitanti.html e http://giopop.blogspot.com/2009/05/punta-su-di-te.html. Facci sapere come va …vedrai che se non molli tutto si raddrizza!
    giò

    RispondiElimina
  17. Cara Gio,
    ti ringrazio per avermi dato l’ooportunità di conoscere $I TUOI ALLEGRI,INTERESSANTI E “COLORATISSMI” POST GIOPOP in cui mi ci sono ritrovata.Subito dopo la lettura ho visualizzato un incontro tra me,te e altre donne che scrivono qui in un immenso verde prato,al tramonto,mentre dal cielo irradiava la sua aurea luce uno splendido arcobaleno.noi tutte ti abbracciavamo ed avevamo sul volto un sorriso VERO,di quelli che partono dal cuore.E’ stata un’immagine così solare e bella che mi ha rallegrato tutta la giornata(qs. a prova che il pensiero positivo ha una forza straordinaria).Ah! dimenticavo di dirti che c’erano anche i tuoi meravigliosi bimbi “policolor”.Ma ora desideravo porti dei quesiti che mi sorgono spontanei.Non ho mollato,anzi ho proseguito con la tenacia(testardaggine)che mi contraddistingue,nonostante tutto,nonostante la realtà dei fatti come suggerisce ABRAHAM,ho cercato di non pensare alla mancanza,anche se è facilissmo caderci quando pensi a qualcuno che ami e che non si fa più(improvvisamente)sentire,ma non è successo nulla,la persona che si è allontanata e’ come fosse sparita nel nulla ed io cerco di comprendere cosa devo fare di diverso,ma non capisco.Mi pare di pensare meno di prima alla mancanza,di sperimentare meno attaccamento eppure tempo fa,anche se in modo imperfetto vedevo degli spiragli,scorgevo piccoli “miracoli”.Questo silenzio,questa stasi in cui si può leggere di tutto vorrei romperli.Oggi facevo una riflessione pensando ad una mia vicina di casa:desiderava tanto un figlio insieme al compagno,si lamentava e disperava per qs.mancanza e ne parlava,eppure,anche se non subito,il bimbo tanto atteso è nato sano e bello.E per esempio come le persone,intere famiglie,che si sono recate nello YEMEN e che lì hanno trovato la morte in attentati,hanno attratto (Anche se inconsciamente)qs. terribile situazione?Scusami per aver messo troppa carne al fuoco,non volevo AFFATTO confutare la legge di attrazione,ma solo condividere alcune riflessioni.Forse come mi è stato detto tempo fa,mentre frequentavo gruppi di buddismo,la mia FEDE non è profonda,io credo ma mi sento un po’ San Tommaso e ho bisogno di vedere conferme concrete,l’assenza mi destabilizza,tendo ad avere dubbi sulle mie capacità,mentre vorrei nutrire qs.fede,coltivarla e farla fiorire…Ho pregato e pregato come l’indiano che prega la pioggia(”LA SCIENZA PERDUTA DELLA PREGHIERA” di GREGG BRADEN:libro bellissimo),ma se lui non avesse poi visto la pioggia che avrebbe fatto?….Scusa,ma, come al solito, non riesco ad essere breve.Ti lascio con una preghiera lakota sulla fede”COME DA TE RICHIESTO PARLERO’ NON SONO TOTALMENTE DEL TUO MONDO SONO UNA DIMENSIONE DI TRASFORMAZIONE,UN VEICOLO DI TRASMUTAZIONE,UN SENTIERO DI LIBERAZIONE R UN CANALE DI COMUNICAZIONE.GRAZIE A ME POTRAI CONOSCERE LA TUA FORZA E RICREARTI.E’ QS.IL DONO DEL TUO CREATORE,DI CUI SONO IL RESPIRO.”……..UN ABBRACCIO DI LUCE A TUTTI E CHE IL DIVINO SEGUA I VS.PASSI
    Carla

    RispondiElimina
  18. Carissima Carla grazie per la tua bella visione, mi terrà compagnia per tutto il giorno …per lo meno finchè i “policolor” sono al Grest ehehehehe
    ….venendo alle tue domande …mi pare che ti rispondi ampiamente da sola! ti poni dei quesiti e trovi dentro di te le risposte! che dire di più?
    ti rispondo ancora con una risposta del nostro “guru” preferito Fausto. In uno dei suoi grandiosi report ha scritto: “le persone esprimono il desiderio e poi rimangono frustrate perché, in qualche modo, vorrebbero forzare il mondo ad adattarsi ai propri sogni. Quindi, si esprime il desiderio ma, invece di lasciare andare…ci si strugge su cosa possiamo fare per costringere il mondo esterno a darci ciò che vogliamo. Soluzione: tu non puoi orchestrare il mondo e piegarlo al Tuo volere. Tu devi sapere cosa vuoi, esprimerlo chiaramente e agire al momento opportuno…sarà il tuo intento a plasmare gli eventi, a farti incontrare le persone giuste, a farti trovare al posto giusto nel momento giusto e…il bello è che quando questo accade ognuna delle parti in causa avrà il suo beneficio.” ….e io aggiungo tu non puoi forzare una persona a comportarsi come vorresti tu! mi riferisco al qualcuno che tu ami e che non si fa più sentire… se lui era la persona giusta per te forse tu non lo eri per lui! non devi fissarti su di lui. tu devi concentrarti sulla relazione che vorresti, sull’uomo che vorresti, ma senza dargli le sembianze di questa persona che non ti vuole …devi lasciarlo andare e prima lo farai (smetterai di fissarti sulla SUA mancanza) prima raggiungerai la serenità necessaria per trovare la persona veramente giusta, ma senza forzare gli eventi e le persone!
    ti abbraccio giò

    RispondiElimina
  19. Carissima Gio,
    scusa ma serenamente ti dico che non condivido pienamente ciò che hai scritto.Intanto devo dire che non hai risposto ai miei quesiti,mi sarebbe piaciuto sapere che tu o altri potessero dire la loro…Non credo di essermi risposta da sola ,tentavo solo di fare delle considerazioni,di riflettere sulle possibili ipotesi,ma non sono ahimè un’esperta di legge d’attrazione,sono solo una persona “AQUILA” che intende e desidera sperimentare per ri-trovare il suo benessere ,evolversi ed espandere armonia dentro e intorno a sè(poco vero?).Se e quando avrai il tempo aspetto le tue considerazioni.Venendo al mio Lui non intendo certo forzare l’universo(poi le storie purtroppo qui sembrano tutte uguali,ma bisognerebbe conoscere il tutto)nè lui in prima persona,ma mi sembra troppo” semplicistico”liquidare il tutto così”NON E’ LA PERSONA ADATTA A TE,DEVI LASCIAR PERDERE”.Questo l’avrebbe detto qualunque donna saggia di un tempo senza conoscere la legge d’attrazione e trovo sia in contraddizione con quello che si afferma in altri post(ad es. quello sull’atteggiamento) o con quello che si legge di ABRAHAM-HICKS che dice di non guardare la realtà,inoltre non sono sicura del fatto che lui non mi voglia.Ammetto che per me ci sia attaccamento,tant’è che ci sto lavorando come sto lavorando a recuperare la mia serenità e la mia pace interiore,oltre che al modo di ripulirmi e di sperimentare il perdono verso me stessa e verso gli altri.Sono contenta delle piccole-grandi conquiste di qs. giorni e,forse per la prima volta,fiera del lavoro svolto fin qui,nonostante gli avvenimenti.GRazie ancora per l’aiuto.l’attenzione e l’AMORE che emani nelle tue risposte.Un grande abbraccio Carla

    RispondiElimina
  20. carla mi dispiace se non ti sono sembrata chiara, ma vado un po’ male non conoscendoti e non conoscendo la tua storia. comunque per esplicitare meglio quello che avevo detto: tu dici “ho cercato di non pensare alla mancanza,anche se è facilissimo caderci quando pensi a qualcuno che ami e che non si fa più (improvvisamente) sentire” ho inteso che sei caduta nella trappola di emozionarti per la sua mancanza, il tuo inciso mi è sembrato sintomatico di un atteggiamento mentale chiaro; “Questo silenzio,questa stasi in cui si può leggere di tutto vorrei romperli.” ho inteso che stai ancora lottando contro la situazione e invece la regola è – accettare ciò che è e vivere come se fosse già ciò che dovrebbe essere -; tu dici “io credo ma mi sento un po’ San Tommaso e ho bisogno di vedere conferme concrete,l’assenza mi destabilizza,tendo ad avere dubbi sulle mie capacità” e qui ho letto la risposta a tutti i tuoi problemi. parli della tua amica e del suo bambino (scusami se l’ho fatto) e io ho interpretato un “giudizio” di imparzialità nel funzionamento della legge (perchè lei è stata esaudita se si lamentava continuamente della mancanza?) tu non puoi conoscere la realtà del suo cuore e le emozioni del suo passato (a volte non siamo nemmeno in grado di conoscere noi stessi, figuriamoci gli altri). “ma se lui non avesse poi visto la pioggia che avrebbe fatto?” …lui non poteva non vedere la pioggia, perchè lui sapeva che sarebbe arrivata! ..lo sapeva, non ci sperava o si affidava, perchè arrivasse, lui lo sapeva! per quanto riguarda il tuo lui, scusami ma ho troppi pochi elementi, però resto della mia idea, se non lo lasci andare ti giochi le due possibilità che hai; 1) che lui torni perchè veramente e liberamente attratto 2) che arrivi la tua vera anima gemella.
    non mollare ;) giò

    RispondiElimina