mercoledì 24 giugno 2009

La vita è facile



"la vita non è facile per nessuno" è un postulato a cui siamo abituati fin dalla tenera età. E' una delle affermazioni che siamo abituati a considerare vere, senza porci mai il problema di eventualmente metterlo in dubbio.
Ora però voglio svelarvi un segreto: questo postulato non è vero ...non è per niente un postulato!!
La vita non è facile per nessuno di quelli che l'affrontano con l'atteggiamento mentale sbagliato! ...questa è l'affermazione esatta!!!
Se noi impariamo ad avere un atteggiamento mentale sereno, positivo e propositivo di fronte alle decisioni che dobbiamo affrontare, ci accorgeremo di come vivere diventi non solo facile, ma addirittura spesso entusiasmante!!
Vietato assolutamente adagiarsi sugli "allori" di una vita triste e mediocre!
Vietato accontentarsi di quello che offre il convento!
Noi siamo scesi su questa terra per vivere alla grande e solo quando avremo raggiunto un livello di grandezza accettabile per la nostra soddisfazione personale, solo allora sarà lecito adagiarsi!
Quindi impariamo a non subire gli eventi e le decisioni degli altri, impariamo ad accettare l'idea che siamo noi i demiurghi della nostra realtà. Per raggiungere un certo livello di soddisfazione dobbiamo innanzitutto non temere il cambiamento.
Se ci guardiamo intorno ci accorgiamo di essere circondati da una moltitudine di persone lamentose che si crogiolano nelle esperienze negative o anche positive, ma comunque vissute in maniera passiva.
Ci sono invece poi gli "eletti", quelli con una marcia in più, quelli che nonostante le avversità, trovano sempre l'energia di rialzarsi e di riprendersi da qualunque intemperia. Trovano sempre il modo di trarre degli insegnamenti positivi da tutto ciò che accade loro.
Questi sono gli entusiasti, quelli che non si accontentano e che sono felici di stare a questo mondo. Ad un'analisi meno superficiale ci accorgiamo anche che queste sono le persone a cui le cose vanno spesso bene!
E' a queste persone che dobbiamo rifarci, da loro dobbiamo prendere esempio, facciamo riferimento al loro coraggio, alla loro consapevolezza di essere essi stessi al timone della loro nave.
Perchè la qualità della vita che riusciamo a raggiungere dipende solo da noi stessi e dalle scelte che facciamo.

2 commenti:

  1. Mah! ....io invece credo proprio che siamo agli antipodi della "new age"! la deresponsabilizzazione dei figli dei fiori non ha proprio niente a che vedere con quello che sto dicendo! ;)

    RispondiElimina