lunedì 6 luglio 2009

Attento alle tue emozioni ...ne va della tua vita!!



La cosa più importante che si deve imparare a fare (fino a renderlo un processo automatico) è “monitorare” i propri pensieri, quindi riuscire ad essere sempre presenti a se stessi.
Monitorare i propri pensieri non significa essere continuamente consapevoli di tutto ciò che pensiamo momento per momento …è sufficiente prestare attenzione alle nostre emozioni. E’ molto più semplice e altrettanto produttivo.
Tutte le volte che ci sentiamo “male” dobbiamo immediatamente rizzare le antenne e scovare al più presto il motivo del malessere; a volte è palese, ma a volte no.
Una volta identificato bisogna neutralizzarlo focalizzandoci sulla soluzione del problema. Dobbiamo pensare intensamente a cosa ci farebbe stare bene riguardo alla situazione di malessere. A volte siamo troppo coinvolti emotivamente da certe situazioni e non riusciamo lucidamente a concentrarci sulle soluzioni e il nostro pensiero continua a tornare costantemente ed inesorabilmente sul problema. In questi casi l’unica cosa da fare è: pensare ad altro! Mettiamoci ad ascoltare della musica a guardare un film, a recitare una poesia, ma dobbiamo distogliere la mente da ciò che ci fa soffrire.

Da ora quindi, da questo preciso momento, dobbiamo prestare sempre molta attenzione alle nostre emozioni (è il nostro io superiore che ci parla attraverso le emozioni) e quando ne individuiamo di negative, dobbiamo intervenire, spostando immediatamente il nostro focus emozionale sulla cosa più bella e piacevole a cui riusciamo pensare. Questa operazione migliorerà immediatamente il nostro stato d’animo mettendoci di buon umore e non da ultimo permetterà alla legge dell’attrazione di funzionare in modo vantaggioso per noi.

Quando ci si accorge che la propria mente si fissa istintivamente su qualcosa che non vogliamo, possiamo intervenire subito, concentrando la nostra mente sul pensiero opposto, cioè su ciò che vogliamo, su ciò che ci fa stare bene in questo modo la vibrazione negativa scaturita dalle emozioni negative provate, che attirerebbe nella nostra vita proprio quello che vogliamo evitare, viene annullata. Questo trucchetto così semplice ci garantisce di non materializzare nella nostra vita il cosiddetto “male”. Quest’operazione è abbastanza semplice se impariamo a vivere nel qui ed ora e se la consapevolezza dei nostri pensieri (emozioni) diviene una atteggiamento mentale abituale. Per arrivare a questo però ci vuole allenamento e tenacia. Per noi occidentali così abituati a focalizzarci sul problema invece che sulla sua soluzione, il pensiero positivo, molto spesso non è naturale. Quindi forza bisogna cambiare modo di pensare ORA!

6 commenti:

  1. Insomma il trucco è NON PENSARE:))

    RispondiElimina
  2. ahahahahahahah! ....prova!?!?!

    RispondiElimina
  3. Mi sembra che corrispnde allo scritto del Vangelo "vegliate sempre", senza troppo sonno nè troppo affaticamento, nè abbuffarsi nè ubriacarsi, insomma tenera la coscienza in mano, per essere pronti nello spirito e nella carne. A difenderci dalle tentazione o da sofferenze troppo forti. Quello che non capisco è perchè dici che gli occidentali non guardano alla soluzione, forse perchè sono più attenti a risolvere i problemi materiali, e si tengono quelli morali magari,
    magari guardando giudicando quelli del prossimo.

    RispondiElimina
  4. mmmmmmmhhhhhhhhh.... io penso che si tratti proprio di un fatto culturale. noi occidentali siamo sempre stati abituati ad affrontare il cosiddetto toro per le corna, cioè risolviamo i nostri problemi concentrandoci su di essi (facendo un'enorme fatica) semplicemente perchè nessuno ci ha mai spiegato che concentrandoci sul problema non facciamo che amplificarlo, mentre basterebbe fissare l'attenzione sulle soluzioni per attirarle a noi senza sforzo. Per quanto riguarda il vangelo hai perfettamente ragione. Io sono proprio convinta che quelle parabole significano esattamente questo: siate consapevoli di voi stessi e dei vostro pensieri (intesi come sentimenti ed emozioni) solo così non sarete sorpresi da sciagure o mali di sorta, perchè con la consapevolezza riuscirete a gestire i vostri pensieri e a manifestare solamente ciò che volete!

    “Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.
    Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa.
    Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà.” (Matteo 24;42 – 44)

    “State attenti, vegliate, perché non sapete quando sarà il momento preciso.
    È come uno che è partito per un viaggio dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vigilare.
    Vigilate dunque, poiché non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino,
    perché non giunga all'improvviso, trovandovi addormentati.
    Quello che dico a voi, lo dico a tutti: Vegliate!". (Marco 13; 33–37)

    “Rispose: "Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo"; non seguiteli.
    Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine". (Luca 21;8-9)

    “State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso improvviso;
    come un laccio esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra.
    Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e di comparire davanti al Figlio dell'uomo".(Luca 21;34-36)

    RispondiElimina
  5. Sei forte !
    Io sto concentrando tutti i miei obbiettivi, e sono tanti, in uno solo ed unico ; LA MIA SERENITA'. Mi trovo bene ...tu cosa ne pensi ?
    Guly

    RispondiElimina
  6. ...questa è la strada! noi siamo venuti al mondo per essere felici e qualunque obiettivo ci prefiggiamo alla fine è lì che si vuole arrivare!!
    ...poi chiaro che non dobbiamo porre limiti alla provvidenza! ahahahahah
    sono grata per tutto quello che ho ....e ne voglio ancora di più!!!
    giò

    RispondiElimina