lunedì 14 settembre 2009

Il gioco della vita


"Sto per passarti la palla, ragazzo e per nominarti titolare della squadra nel gioco della vita.Come tuo allenatore, ti devo dire subito cosa dovrai fare. Dovrai giocare un solo campionato, in un solo girone, una sola partita che dura tutta la vita. E' una gara qualche volta lunga ed esaltante, altre volte inesorabilmente corta, in cui nessuno potrà chiedere un time-out per te e neppure potrai essere sostituito. Tu devi giocarla tutta, su qualsiasi campo, contro chiunque si presenti e sino all'ultimo istante.
Potrai scegliere la strategia che vuoi o chiamare diversi schemi. I tuoi compagni di squadra non li conosci ancora, ma sono forti e ti faranno sbagliare poco. Al tuo fianco si schiereranno i seguenti giocatori: Fiducia, Coraggio, Lealtà, e Dedizione. Lassù ci sono primo e secondo arbitro, sono loro che fischiano le infrazioni e i falli, fanno applicare le regole e non puoi protestare nè farne ricorso. Loro tengono il punteggio finale ed anche il tempo di gioco . Le sue regole te le giocherai uno contro uno con la tua coscienza.
Voglio ancora raccomandarti un'ultima cosa, rispetta la regola che dice: "Come tu vorresti essere trattato dalla gente che assiste all'incontro , altrettanto comportati con tutti". Ma ora gioca, ecco la palla, essa è la tua anima immortale , non gettarla via e non perderla mai. Entra in campo e dimostra a tutti se ci sai fare e che cosa saprai fare".


ANONIMO

Grazie di Cuore e non solo per il post alla mia Amica Dejana

3 commenti:

  1. molto bello !
    Giochiamola stà palla !

    Good luck!

    RispondiElimina
  2. Non credo ci sia via ddi scampo, la partita va giocata. Per quanto cerchi di nasconderti, di voler fermare il tempo con la scusa "ora me la godo", verrà sempre qualcuno o qualcosa a rimetterti in campo, e se controvoglia in maniera dolorosa. Ecco prchè il Vangelo dice "bisogna vegliare sempre". Le prove sono pronte tutti i giorni in ogni momento,e più stai andando bene ancor più si fa difficile il gioco perchè ti verrà chiesto di più. E' facile scorraggiarsi "sii forte" Dio è con te.

    RispondiElimina
  3. Mah! io credo che il vangelo in quello specifico passo si riferisca alla necessità di essere sempre consapevoli per poter godere del paradiso fin da ora! ;)

    RispondiElimina