venerdì 6 novembre 2009

Come utilizzare l'Ho-oponopono

Ci sono principalmente due modi molto sempici e assolutamente testati per utilizzare la tecnica dell’ Ho-oponopono voi (o qualcun altro) di tutto ciò che avete. Innanzitutto Ricordiamo che tutto ciò che vediamo negli altri è anche in noi, è un riflesso di quello che noi siamo nella nostra interiorità, quindi la guarigione o la risoluzione del problema è una sorta di un self -healing.

Nessun altro deve fare qualcosa per risolvere la situazione, basta che agisca io.

Il mondo intero è letteralmente a portata di mano.

Il primo metodo è quello di avffidarsi alla bella preghiera di Mornnah Simeona che lei ha preparato apposta per contribuire ad alleviare il fardello di centinaia di migliaia di persone.

E 'semplice ma potente:


"Divino Creatore, padre, madre, figlio, tutti in uno...

Se io, la mia famiglia, i miei parenti o antenati abbiamo offeso la tua famiglia, i tuoi parenti o antenati in pensieri, parole, fatti o azioni dall'inizio della nostra creazione fino ad ora, Io chiedo il tuo perdono...

Lascia che questo perdono ripulisca, purifichi, liberi, tutte le memorie, i blocchi, le energie e le vibrazioni negative e tramuti queste energie indesiderate in pura luce...

E così è."


Il secondo metodo è il modo in cui il dottor Hew Len cura sé stesso per alleviare il fardello dei suoi “pazienti”. Innanzitutto si dispiace e chiede perdono per la situazione che si è creata a causa delle memorie condivise: “Scusa”, “Mi dispiace”. Dicendo questo si riconosce che qualcosa senza che io lo sapessi è entrato nel mio corpo / mente e ha provocato il problema. Non ho idea di come sia arrivato lì, ma non è necessario sapere né come né perché nè precisamente dove.

Con queste parole diciamo a dio che desideriamo perdonarci per tutto ciò che ha provocato quello che non va e gli chiediamo di aiutarci a perdonare noi stessi.

Non si chiede perdono a Dio (il mio ego non ha il potere di offendere Dio) per ciò di cui siamo responsabili, chiediamo a Dio di aiutarci a far sì che noi perdoniamo noi stessi.

Il prossimo passo è quello di dire “Grazie”, “Ti amo”!

E in questo modo sbloccando il flusso di energia che era bloccato ci ricolleghiamo a dio, e per questo esprimiamo la nostra gratitudine.

Adesso fidati ciecamente che la questione potrà essere risolta nel modo migliore possibile.

Quello che accade poi dipende da Dio.

Adesso forse sarete ispirati a intraprendere azioni di qualche tipo. Qualunque cosa sia fatela! Se non siete sicuri quale sia l’azione da intraprendere urtilizzte lo stesso procedimento Ho-oponopono per rimuovere la vostra confusione e fare chiarezza in voi stessi.


http://www.ho-oponopono.info/

Nessun commento:

Posta un commento