lunedì 23 novembre 2009

Ho-oponopono e il vuoto

Attraverso questa tecnica, siamo in grado di fare del gran bene al nostro essere, nell'intento di tornare allo stato di perfezione da cui abbiamo avuto origine, recuperando nuovamente il vuoto esperenziale da cui siamo partiti.

Basta chiedere alla parte divina della nostra essenza che ciò che sta dentro di noi e che ha causato una separazione nei nostri pensieri, venga a galla per essere rilasciata.

Chiediamo perdono per il fatto di ospitare nel nostro subconscio, memorie e pensieri che ci hanno separato dalla nostra unità con lo Spirito, solo così il pensiero ricorrente scompare, lasciando nel nostro subconscio quello spazio vuoto che può essere riempito di pura luce dal divino. La pura luce si concretizza in quell'ispirazione che sempre ci farà agire per il meglio.

Per raggiungere questo obiettivo, a volte abbiamo bisogno di fare la nostra richiesta più volte finchè la motivazione dietro il pensiero giunga in superficie e venga rilasciata. Una volta rilasciate le memorie causa dei danni lasciano uno l spazio vuoto, che liberato è immediatamente riempito con un senso d'amore e di unità con il tutto, che noi percepiamo appunto sotto forma di ispirazione.

L’ Ho-oponopono è un processo di pentimento, perdono, amore, gratitudine e trasmutazione e consiste nel fare una richiesta alla potenza dell’ Amore Universale e incondizionato di cancellare e sostituire le energie tossiche che si possono trovare in noi stessi. L'Amore rende fluido il processo attraverso l’io-superiore e continua il suo tragitto attraverso l’Ego, liberandolo dalle misure di razionalizzazione eccessiva per finire nella mente emotiva o subcosciente, in cui tutti i pensieri che portano con se emozioni tossiche, svaniscono venendo sostituiti con amore incondizionato.

Questo processo richiede assolutamente che la posizione di vittima impotente venga abbandonata definitivamente, perché il metodo corretto e la corretta applicazione ci riempie di gratitudine, per la quale l'atteggiamento vittimistico è deleterio.

"Grazie, mi dispiace,scusa, io ti amo, mi dispiace,scusa, grazie, ti amo."


ho-oponopono.info





.


Nessun commento:

Posta un commento