mercoledì 4 novembre 2009

OLTRE L'INFERNO DELLA PAURA

Quando riconosciamo la nostra natura divina siamo in Paradiso, quando la neghiamo precipitiamo nell'inferno.
Attraverso il cammino dell'Ascensione noi sperimentiamo la nostra natura divina ed è un'esperienza che ci riempie il cuore e che fa vibrare di amore ogni nostra cellula. Ed è a quel punto che l'oscurità (anche il più piccologranellino) che ancora si annida dentro di noi, viene risvegliata dalla luce più intensa. Quando più affermiamo la nostra vera natura, tanto più l'illusione (l'ego) ci mette alla prova, proiettando -come in un gioco di ombre cinesi- ogni nostra paura ingigantita sullo schermo delle nostre vite.
Siamo chiamati con più forza e determinazione ad affermare chi realmente siamo; ed ogni volta che crediamo alla paura e all'illusione, precipitiamo in un inferno di sofferenza e negazione.
Ad ogni vetta di Amore e consapevolezza da noi toccata, corrisponde un abisso di negazione: fino a quando noi non avremo definitivamente smesso di credere all'illusione.
A questo punto dell'Ascensione, ogni negazione della nostra Natura Divina diventa lacerante, straziante, insostenibile.
Ogni separazione, giudizio, paura, oscurità è negazione dell'UNO, è una tragica fuoriuscita e caduta da quel PARADISO DI PURO AMORE che abbiamo sperimentato nei nostri cuori, quando abbiamo deciso di manifestare CHI REALMENTE SIAMO.

Love and Joy
Human Angels

Nessun commento:

Posta un commento