venerdì 8 gennaio 2010

Perché è giusto celebrare il Natale la figura di Cristo di Furio Sclano


Paramahansa Yogananda dette una grande enfasi nei suoi insegnamenti alla figura di Gesù. La maggior parte (probabilmente la quasi totalità) delle chiese cristiane vede Gesù come “il figlio di Dio”, ossia un'incarnazione unica e irripetibile fatta “della stessa sostanza del Padre”.
Paramahansa Yogananda spiegò che ognuno di noi ha interiormente la stessa essenza di Gesù;
l'unica differenza sostanziale risiede nel fatto che mentre quest'ultimo era totalmente consapevole della sua natura spirituale di “Figlio di Dio”, noi non lo siamo e, pertanto, non possiamo esibire nella vita di tutti i giorni le stesse qualità. Yogananda spiegò che Gesù aveva raggiunto la sua statura spirituale attraverso un percorso e che non era stato creato o generato già a quel livello. Una simile idea può essere vista come eresia da chi aderisce in modo fondamentalista ad un percorso spirituale di matrice cristiana classica ed è visto semplicemente come un ragionamento logico da chi segue il percorso spirituale del kriya yoga.
E' giusto e utile onorare Gesù per due ragioni fondamentali. Per prima cosa è doveroso riconoscere e trarre ispirazione da Gesù inteso come maestro autorealizzato, ossia come persona che aveva realizzato Dio. Per comprendere la seconda motivazione, invece, abbiamo bisogno di fare un ragionamento a più ampio raggio.
Un grande maestro privo di ego personale asseconda le azioni della Grazia e della volontà di Dio in ogni sua azione. E' giusto affermare che “Dio agisce attraverso di lui”. Nel sacrificarsi sulla croce, Gesù era sicuramente consapevole che sarebbe stato iconizzato nei secoli a venire come un punto di riferimento religioso per tutto il mondo occidentale e per questo motivo accettò senza riserve il suo destino. Per compiere una simile azione è necessario non avere un ego personale ed essere consapevole delle azioni dell'evoluzione, guidate da quell'intelligenza suprema che convenzionalmente definiamo “Dio”. Il cristianesimo è stata la religione di riferimento del mondo occidentale degli ultimi duemila anni e lo sarà ancora per molto tempo a venire. Molti crimini nei secoli sono stati commessi dai cristiani e in nome di Cristo, ma è' indubbio che il cristianesimo abbia dato una forma di ordine alla società occidentale e che probabilmente senza di esso avrebbe regnato il caos.
Sono personalmente convinto che nei decenni a venire la visione classica degli insegnamenti di Gesù, condivisa oggi dalla stragrande maggioranza di chi segue il percorso spirituale cristiano, sarà sostituita progressivamente da un'altra che metterà in risalto la figura più esoterica di Cristo. (...)
Con affetto e infinite benedizioni,

Furio Sclano


http://www.kriyayoga.it/

Nessun commento:

Posta un commento