venerdì 26 febbraio 2010


Carissimi amici, vi ringrazio ancora di cuore x il sostegno ricevuto, nella mia impresa di diventare un ottimista. Io fondamentalmente ero pessimista, cosa x la quale ho ampiamente "pagato", e che x questo motivo da diversi anni sto cercando di cambiare. Ancora oggi qualche volta mi capita di esserlo e trovo il vostro aiuto davvero prezioso....è da inizio anno che vivo in uno stato di grazia quasi permanente sia col sole che con la pioggia. Vi ringrazio x i vostri messaggi, anche se rimango sempre dell'idea che sarebbe ancora meglio se scriveste sulla bacheca....darebbe più vita a tutto il gruppo!!!
Come già annunciato, vi scrivo qui di seguito alcune righe ricopiate dal mio libro preferito e auguro a tutti un grandioso fine settimana!

"Molte persone si creano spesso delle credenze limitanti su quello che sono e che sono capaci di fare. X il solo fatto di non aver avuto successo nel passato pensano che non riusciranno mai ad averlo nemmeno in futuro. Di conseguenza, x paura di soffrire, cominciano a fissarsi sull'idea che bisogna essere realistici. Quelli che ripetono spesso "cerchiamo di essere realistici", in realtà vivono nella paura mortale di essere di nuovo delusi. X paura, si creano delle credenze che li inducono a esitare, a non impegnarsi a fondo e perciò ottengono dei risultati limitati. I grandi leader raramente sono realistici. Sono intelligenti e precisi, ma non realistici secondo il normale metro di giudizio. Però, quello che è realistico x una persona, può non esserlo x un'altra, sulla base dei loro diversi riferimenti. Ghandi x esempio, era convinto di poter ottenere l'autonomia dell'India senza opporsi con violenza alla Gran Bretagna, cosa che non era mai stata fatta prima. Non era realistico, però alla fine si dimostrò esatto" A. Robbins

678 abbracci ♥ ♥ ♥
Myriam

Amministratore del gruppo "Abbiamo deciso di darci un'altra possibilità x essere felici!"


http://www.facebook.com/home.php#!/group.php?gid=260896965791

Nessun commento:

Posta un commento