lunedì 1 febbraio 2010

Il Virus del programma negativo

Avete mai considerato quante persone partecipano a un corso, poi a un altro, poi a un altro ancora, fanno le camminate sul fuoco, e non gli serve a niente? La prossima volta che li incontrate vi dicono che stanno lavorando con la terapia floreale, che comunicano con gli angeli, ma anche questo non funziona.
Conoscete delle persone di questo tipo? Le hanno provate tutte.
Non è che i corsi non siano serviti, ma il fatto è che il loro virus ha lavorato in modo eccellente. E perché? Perché il programma negativo è così ben costruito, così solido, che il virus riduce in briciole il programma positivo.
Il virus è un meccanismo di autodifesa dei programmi già installati e funziona ottimamente.
...E' naturale, perchè se cambiate modo di pensare solo per due o tre ore il virus si incaricherà di annullare il cambiamento.
Allora che cosa si deve fare? Creare un programma positivo. Dobbiamo far filtrare tutti i giorni un modo di agire positivo. E anche se il virus si metterà in azione per distruggerlo, anche se cercherà di strangolarlo, noi continuiamo a costruire, a guadagnare terreno. Il virus continuerà a cercare di distruggerlo, e noi continueremo a insistere. Faremo 10 passi in avanti e 8 indietro, ma saremo avanzati di 2.
...Più voi avanzate, più il virus arretra e più il programma negativo si indebolisce, perché è costretto a dividere l'energia con il programma positivo.
Alla fine arriva il momento in cui è il programma positivo che crea un suo proprio virus con la forza dell'abitudine, lo ripeto: con la forza dell'abitudine
...E se il virus positivo riesce a vincere, l'altro si annulla in un attimo, si annienta. Può rimanere ancora una parte, ma scomparirà ben presto.
...E adesso viene la seconda parte del lavoro: dovete prendere il virus positivo e farlo fuori, perchè se non lo fate creerà una mappa, e rischiate di trasformarvi in fanatici.
Dovete fare a pezzi anche questo virus e fluire con la vita. Stabilite alcuni valori, quelli che volete davvero vivere, e tutto il resto è fluidità.

Da "Risveglia la tua eccellenza" Eric de la Parra Paz

Se vuoi saperne di più clicka QUI

Nessun commento:

Posta un commento