venerdì 26 marzo 2010

La via della terra


La Via della Terra ci pone di fronte all' esperienza di una realtà solo apparentemente formata da una sequela di ostacoli da superare con sofferenza, mutilazioni e la paura di soccombere davanti alla difficoltà. Essa ci offre infatti lo strumento per trasformare in crescita queste esperienze.

Il segreto sta nel considerare questi ostacoli come nostre parti interiori che si esprimono in forme esterne aventi la finalità di aiutarci a compiere i passi necessari per integrare queste subpersonalità nel nostro Sé.

In questo modo il nostro stato di coscienza si espande ad un livello energetico così ampio da fornirci la possibilità di allargare la visione, aprendoci alla consapevolezza del Tutto. Si impara così a superare la paura: l'esperienza diretta infatti parte dalla conoscenza ed è solo finché ci dibattiamo nella non-conoscenza che la paura può dominarci.

Per accogliere l'ostacolo e coglierne il giusto senso, come tessera del mosaico del nostro progetto di vita, occorre possedere l'arte e la virtù del Pensiero Forte e del Distacco, qualità che portano alla Centratura attraverso l’umiltà, lo spirito di servizio e la gioia.

E’ solo dall'humus, terra, etimo della parola uomo, colui che nasce dalla terra, che si può giungere infatti alla centratura: la Terra, Radice e Madre, diviene Fondamento e Origine del percorso interiore.

www.psicodinamicaispa.it

Nessun commento:

Posta un commento