lunedì 26 aprile 2010

Denaro e Spirtualità


“Parecchi di voi sono tutt’ora dell’opinione che avere denaro e possedimenti è in qualche modo una cattiva cosa, qualcosa che interferirà con il vostro cammino spirituale. La maggior parte di voi è tutt’ora del parere di non essere in qualche modo degna e meritevole di avere soddisfatti tutti i bisogni e desideri della propria vita terrena. Vedete, miei diletti, se scegliete e desiderate muovervi completamente nelle nuove energie dell’Amore, dovete assumere un punto di vista differente. Facendolo, le vostre esperienze di vita cambieranno. Non manifesterete più povertà e carenza, dolore e sofferenza, provenienti dalle frequenze della banda della paura. Voi manifesterete quello che scegliete di sperimentare, dall’allineamento dei frequenza dell’amore.”

IO SONO Metatron

IO SONO con voi sempre

Frequenza, Emozione e Manifestazione canalizzato Attraverso Reniyah Wolf Luglio, 2004

© Reniyah Wolf, Eva Aarrestad e la Love and Empowerment Foundation, 2004, 2005.

La questione del rapporto tra denaro e spiritualità e specificatamente cosa sia la spiritualità è una questione centrale e piuttosto dibattuta. Anzi crediamo che sia proprio l’occhio del ciclone dell’argomento, la fonte da cui nascono tutte le “polemiche” riguardanti il denaro e la spiritualità. Noi siamo convinti che tutto parta proprio da una errata o almeno superficiale interpretazione di ciò che è spirituale. Che il denaro sia un’energia di scambio priva di sue connotazioni qualitative intrinseche, ci pare un concetto acquisito. Cosa sia esattamente la spiritualità invece non è ancora epidermicamente chiaro. Soprattutto a chi parla e tratta di spiritualità dovrebbe essere familiare il concetto che non può esserci differenza tra l’io spirituale e l’io “materiale”. Sarebbe come dire che in ognuno di noi c’è il dottor jekyll e mr. Hyde. Ognuno di noi è un individuo unico e ciò che è è, sia materiale che spirituale… e questo ci porta direttamente al superiore concetto che tutto è Uno per tanto non possiamo discernere tr ciò che è spirituale e ciò che non lo è perchè tutto deriva direttamente dal pensiero di Dio. La separazione che vediamo tra la vita spirituale e la normale vita materiale dipende unicamente dal nostro radicato sistema di credenze che ci porta alla separazione e alla nostra realtà duale! Ma se spirituale significa tutto ciò che riguarda l’individuale rapporto con Dio è evidente che tale rapporto non può essere separato dal resto della vita reale perchè TUTTO deriva dalla mente di Dio e quindi TUTTO è spirituale… Tutta la creazione è spirituale! La differenza tra religione, spiritualità, “denaro”, materiale, degno o indegno dipende esclusivamente dal nostro giudizio duale e separatista che è esattamente quello che ci porta a creare quelle credenze limitanti che producono i blocchi al nostro flusso creativo.

Se spirituale è tutto ciò che ci avvicina a Dio e se noi (come sappiamo) non siamo separati da Dio allora è evidente che ogni cosa ed ogni esperienza risulta essere spirituale. Ne deriva paradossalmente che anche il denaro è un energia spirituale in quanto anch’esso parte della creazione e spirituale è anche tutto ciò che deriva dall’utilizzo dei soldi. Le energie che scambiamo tra di noi quando utilizziamo i soldi sono anch’esse spirituali e sante…

Nessun commento:

Posta un commento