mercoledì 19 maggio 2010

L'Attenzione Sciamanica



La qualità fondamentale per praticare le tecniche mentali sciamaniche è "l'Attenzione sciamanica".
E' di natura assai semplice, ma permette all'apprendista Sciamano di polarizzare ogni sforzo mentale da negativo a positivo.
Infatti, grazie all'Attenzione, si elimina ogni tensione dei nostri mezzi di percezione ed azione e, soprattutto, come conseguenza, di tutte le idee estranee all'oggetto di cui ci occupiamo.
Quando eseguirete le tecniche sciamaniche, non dovrete, in generale, fare una sforzo di concentrazione del pensiero, ma pensare soltanto a quello che fate, nel momento in cui lo fate.
Vediamo adesso quel che non si deve pensare quando si eseguono gli esercizi sciamanici.
Il desiderio è di raggiungere il più presto possibile un certo successo nelle pratiche sciamaniche e del tutto naturale, dato i vantaggi fisici e mentali che ne derivano, per questo la fretta è già una delle parti da eliminare a priori.
È naturale che le difficoltà, il ritardo e il timore dell'insuccesso portino un certo condizionamento, se non timore.
In ogni azione umana del resto, troviamo in parti uguali desiderio e paura.
Ma nel momento preciso che voi praticate lo Sciamanismo, nessun desiderio di successo o di timore di sconfitta deve perturbare il vostro animo.
Essendo questa una delle più pericolose cause di distrazione, occorre eliminarla sin dall'inizio.
Il pericolo è costituito soprattutto dall'elemento emotivo che viene a mescolarsi alle idee e che svia, e in qualche modo disperde, le energie, che devono essere completamente date alla pratica.
Lo stato ideale per praticare queste tecniche è quindi un’assoluta "indifferenza emotiva", simile a quella che provereste se osservate un altro praticare.
Non attore, ma spettatore di se stesso.
Certo non è facile, ma col tempo e la pazienza, si può raggiungere quest’attenzione indispensabile per le tecniche sciamaniche, evitando così un inutile dispendio d’energia e spiacevoli infiltrazioni mentali.
A volte lo Sciamano ebbro della sua conoscenza e del suo potere, osa sfidare ciò che non può e precipita, come i suoi antenati, nel baratro dell'involuzione e della perdizione!

Da uno Sciamano di Viterbo

http://sciamanesimo.splinder.com/archive/2007-09


Se vi è collera, sappiate che vi è collera.

Se vi sono gelosia, atteggiamento difensivo,

impulso a litigare, bisogno di avere ragione,

o dolore emozionale di ogni sorta,

qualunque cosa sia,

sappiate conoscere

la realtà di questo momento,

e mantenetene la conoscenza.

Eckhart Tolle


Erogando la nostra totale attenzione

su ciò che sta accadendo in questo momento,

riorientando il più possibile,

ed il più a lungo possibile,

l'attenzione che concediamo

ai pensieri della Mente di Superficie

verso le percezioni dell'istante presente

raccolte dai nostri sensi.

Giulio Achilli


Se si riesce a rimanere vigili e presenti

osservando tutto ciò

che si percepisce interiormente

senza esserne sopraffatti,

vi sarà fornita l'occasione

per la più potente pratica spirituale,

e diventerà possibile

una rapida trasformazione

di tutto il dolore passato.

Eckhart Tolle



Nessun commento:

Posta un commento