mercoledì 21 luglio 2010

Autobiografia di Portia Nelson


I
Cammino lungo una strada.
C'e' una buca profonda nel marciapiede.
Ci casco dentro.
Sono perduta... Sono disperata.
Non e' colpa mia.
Ci metto una vita per trovare una via di uscita.

II
Cammino lungo la stessa strada.
C'e' una buca profonda nel marciapiede.
Faccio finta di non vederla.
Ci casco dentro ancora.
Non posso credere di essere ancora nello stesso posto.
Ma non e' colpa mia.
Mi ci vuole ancora un sacco di tempo per uscirne.

III
Cammino lungo la stessa strada.
C'e' una buca profonda nel marciapiede.
La vedo benissimo.
Ci casco dentro di nuovo... è un'abitudine.
I miei occhi sono aperti:
So dove sono.
E' colpa mia.
Ne esco immediatamente.

IV
Cammino lungo la stessa strada.
C'e' una buca profonda nel marciapiede.
Ci passo intorno.

V

Cammino per un'altra strada.

Tratta da http://www.pensieriparole.it

http://www.ilcalderonemagico.it

13 commenti:

  1. TUTTO IL MIO AMORE E LA MIA GIOIA SU DI VOI AMATI...OM LOVE..OM LOVE..OM LOVE..OM LOVE....OM NAMAH SHIVAYA!

    RispondiElimina
  2. è quello che faccio da sempre ,ma finalmente sto imparando a cambiare strada grazie

    RispondiElimina
  3. kammino nella strada del kuore ke mi guida dove nulla mi può far male,ciao Elìa

    RispondiElimina
  4. le nostre esperienze o la nostra filosofia..ci portano spesso a mutare le nostre opinioni.

    RispondiElimina
  5. Camminerò sempre sulla stessa strada, consapevole che altre buche si apriranno al mio passaggio.....mentre da alcune ne uscirò veloce, in altre resterò + tempo....é il mio cammino......semplicemente il mio destino.......

    RispondiElimina
  6. Davvero bello il commento si Sarah. Se si hanno degli ideali, degli obiettivi o qualsiasi altra cosa, bisogna continuare a proseguire dritti per la propria strada...non importa quante buche ci sono per quella strada...col tempo si impara a uscirne con niente...e più forti che mai. L'importante è non farsi condizionare dai pensieri altrui o da quello che ci dicono di essere, la vita è una sola e dobbiamo viverla come vogliamo noi, per la nostra strada. Se facciamo errori troveremo da soli la forza di ricominciare, e la nostra strada sarà sempre lì, pronta per noi, pronta per essere calpestata fino alla sua fine.

    RispondiElimina
  7. LA STRADA E' LA TUA VITA. SE IMPARI LA LEZIONE DELLA VITA, ESCI DALLA RUOTA DE SAMSARA HO (DESTINO). IL CAMMINO RIVOLUZIONARIO DELLA COSCIENZA E'LA STRADA IN VERTICALE QUELLA DEI RIBELLI INTELLIGENTI. I SUPERFICIALI SEGUONO LA STRADA ORIZZONTALE, DOVE AL POSTO DI VIVERE,SI VEGETA.QUELLI CHE DICONO MA SI' TANTO TUTTE LE STRADE PORTANO A ROMA, SI' STANNO AUTOINGANNANDO MISERAMENTE... IN FONDO IL REALE CAMMINO SI PUO' PERCORRERE SOLO CAMMINANDO NELLA STRADA CHE CI PORTA ALL'ESSERE...

    RispondiElimina
  8. sto giro mi sa che sono al passo 4 la buca l'ho vista benissimo e direi quasi che mi ci sono tuffato come un pirla pensando fosse una piscina e invece era la solita buca!!! Il problema ora per uscirne è che ho paura di ferire la persona che è la buca in cui sono caduto!!! :-( ma ce la farò anche questa volta!!

    RispondiElimina
  9. Probabilmente continuerò a cadere...impiegherò tempo per uscire, ma con il tempo la via della risalita s'impara in fretta, mentre continuo a cadere sempre inesorabilmente.....ma è la mia vita....cadere significa abbandonarsi alle proprie emozioni, spesso ci fanno soffrire, ma è vero anche che abbiamo vissuto.....preferisco cadere e sentirmi viva, che passare oltre ed inaridire....

    RispondiElimina
  10. L'abitudine è l'abitudine ...è come una vecchia coperta ormai lisa che non riscalda più ma a cui noi non rinunciamo per una sola grande enorme paura : il cambiamento !
    Anch'io continuerò a cadere se non porterò l'attenzione consapevole nel mio cammino .

    RispondiElimina
  11. credo che passare per tutti e cinque stadi sia inevitabile, poi l'esperienza, il carattere ti fanno scegliere. Ma è comunque bello anche cadere, accettare le sfide, temprarsi...tutto è vita ed io sono un'innamorata della vita!!! ^___^

    RispondiElimina