giovedì 8 luglio 2010

Onora il padre e la madre (Esodo 20:12)


Il primo significato di questo comandamento, come del resto di tutti quelli analizzati finora, è il più ovvio, il più appariscente: rispetta e onora i tuoi genitori per nessun'altra ragione che quella che essi sono tuo padre e tua madre. Se essi sono genitori meravigliosi tu li rispetti e li ammiri e li rispetti per questo, ma allo stesso modo li devi ammirare e rispettare perché sono i tuoi genitori. Li devi rispettare anche se hanno delle colpe.
Quando questo comandamento dice: "Onora il padre e la madre", esso indica due poli, il maschio e la femmina, perché la polarità è la forza motrice dell'universo. La polarità è sempre presente. Ecco perché Dio è spesso descritto come una Trinità. Dio è uno, ma se questo uno fosse indifferenziato, non ci sarebbe alcuna espressione.
Per ottenere l'attività, devi avere i due poli e questi due poli per mezzo della loro interazione producono una terza cosa. C'è il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Anche se Dio differenzia se stesso attraverso questo principio di polarità Egli è uno.
Così, quando questo comandamento ci indica di onorare il padre e la madre, ci vuol dire di riconoscere Dio come la sola Causa, la sola Presenza e il solo Potere. Se diamo potere a qualcos'altro, per esempio al calendario e diciamo: "Beh, sai alla mia età" oppure "Se avessi saputo a trent’anni che…", allora non stiamo onorando il padre e la madre, diamo invece potere al tempo, e tutti sanno che ciò che chiamiamo tempo non è altro che un'illusione. Credere nel tempo e credere nel potere della materia, ci rende vecchi e alla lunga ci uccide. Ora Dio è Padre e Madre. I nostri genitori non sono altro che genitori adottivi. Se i genitori guardassero se stessi in questa
vera luce, sarebbero genitori migliori e avrebbero figli migliori e le cose per entrambi sarebbero molto più facili.
Non possiamo dare potere alle condizioni esterne, qualunque esse siano, perché questa è idolatria. Voi dite "Supponiamo che di lunedì un uomo sia condannato a un mese di prigione. Il lunedì lo mettono in prigione; martedì egli è in prigione, mercoledì è in prigione. Non è questo il risultato di ciò che accadde il lunedì?" No, non lo è. Ciò che è stato sentenziato il lunedì è l'apparenza esterna del pensiero dell'uomo che l'ha portato ad infrangere la legge. Le sue condizioni al mercoledì sono la materializzazione delle sue condizioni allora. Se lui o qualcuno per lui potesse cambiare la sua mentalità, al Mercoledì egli sarebbe rilasciato.
So che al mondo ciò sembra una pazzia ma, dopo tutto se Dio è la sola Causa e il solo Potere, il mondo, che è costruito sulla credenza che esistono altre cause, deve essere pazzo, e lo è. Il mondo non è sano; la ragione per cui si combattono guerre nel mondo non è nient'altro che la credenza in altre cause piuttosto che in una sola. Non ci dovrebbe essere nessuna guerra. C'è abbastanza per tutti a questo mondo. Ciascuno di noi ha accesso a infinite possibilità senza doverne prendere dal vicino. Non esiste nessun problema che non possa essere risolto rendendosi conto che esiste solo Una Causa. Questa "Una Causa" agisce attraverso di te nel tuo pensiero.
Tu sei un essere mentale, un pensatore. La parola uomo significa "essere pensante". Tu sei un pensatore prima di essere uno che agisce perché ciò che fai è solo ciò che pensi. Noi non amiamo affrontare questa realtà perché può essere imbarazzante. Ci piace pensare che siamo brave persone, ma ogni tanto facciamo cose che non sono poi cosi edificanti, eppure ci piace pensare che siamo brave persone tutto sommato. No, non lo possiamo essere perché l'azione è solo l'espressione: esiste ma del pensiero. La legge della polarità che ho esposto in questo capitolo è una delle leggi cosmiche che sono vere nella stella più lontana e al di là della più lontana nebulosa e in tutti i pianeti fino al trono di Dio.
Per esempio, non si può avere un motore elettrico e una dinamo senza un'armatura e un campo magnetico. Deve esistere la polarità. Nella materia inorganica devono esserci il protone e l'elettrone e nel mondo organico devono esserci il maschio e la femmina. Ecco cosa è il sesso, polarità organica. Naturalmente il mondo pensa al sesso solo sul piano fisico, ma il nostro corpo è solo l'espressione, la facciata esterna del nostro sviluppo intellettuale e spirituale. Purtroppo la razza umana è poco consapevole del bisogno che ha di pensare, di usare il suo intelletto.
Mentre il sentimento, cioè lo stormo dei nostri pensieri, si impone al nostro agire.
Supponi di essere arrabbiato con qualcuno. Questo è un sentimento intenso, però il sentimento della rabbia è distruttivo. Se invece pensiamo: "Questa persona si è comportata male, ha imbrogliato me o qualcun altro, mi ha derubato, ma non ho nessuna intenzione di arrabbiarmi, mi dispiace per ciò che è accaduto, ecc.." questo è allo stesso modo un sentimento negativo perché è un sentimento represso.
Così, non cercare di reprimerlo in questo modo ma cambiarlo in qualcosa di positivo. Prova a pensare: "Ciò è troppo brutto da parte di questa persona, ma grazie a Dio non sono stato io a commettere queste cose. Posso ringraziare Dio che egli mi abbia derubato e non che io abbia derubato lui Ora egli ha bisogno di aiuto, è un essere umano, un figlio di Dio come me. Se fossi stato nei suoi panni forse avrei fatto la stessa cosa o forse peggio.
Così cercherò di aiutarlo invece di odiarlo. Cambierò la mia rabbia in amore". Esiste solo un'emozione: se usata in un modo è odio, nell'altro è amore. Non ne esiste un terzo. Se tu vedi Cristo in lui hai aiutato te stesso e forse hai cambiato il tuo prossimo.

I 10 comandamenti - Emmet Fox

Versione italiana a cura di Mario Rizzi.

www.viveremeglio.org (tante idee per una vita migliore: alimentazione, psicologia, relax, religione, meditazione,
guarigione spirituale, esoterismo, due Corsi per corrispondenza, due Mailing List e tante informazioni di pratica
utilità, tutto gratuito).
www.procaduceo.org (una proposta per un approccio olistico alla diagnosi ed alla terapia).
www.studirosacrociani.comwww.rosacroceoggi.org (alcune risposte logiche ai grandi perché della vita: Perché nascere?, Perché morire?, Perché soffrire?).

Nessun commento:

Posta un commento