mercoledì 29 settembre 2010

Eckhart Tolle – Il potere di adesso

 
Un libro scritto da un vero “illuminato”.

Fu scritto da Eckhart Tolle nel 1997, il quale divenne una ricercata guida spirituale dopo aver vissuto a 29 anni, un evento che lo trasformò profondamente. Egli è un “ricercatore spirituale” canadese, perciò un occidentale, che trasmette ciò che ha compreso ad altri occidentali e quindi riesce a farsi capire da noi occidentali molto bene. Tolle è uno di noi, formatosi all’interno della cultura che noi condividiamo e che è riuscito a raggiungere la cosiddetta illuminazione, arrivandoci attraverso una via occidentale, cosa che rende ciò che cerca di comunicarci estremamente significativo per noi occidentali, spesso considerati ricercatori spirituali di serie “b”.

Questo è un testo che più che leggere e comprendere bisogna “sentire”. Percepirne la forza vitale di cui è impregnato.

Eckhart Tolle scrive in maniera semplice ed immediata, su un argomento piuttosto arduo da trasmettere a parole, tuttavia i concetti che lui tratta devono far parte di noi per poter essere compresi. La sua è una vera e propria guida all’illuminazione, anche se sappiamo bene tutti che nessuno può essere accompagnato verso l’illuminazione da altri. Questo sì è un percorso assolutamente individuale e personalissimo.
Il libro potrebbe anche apparire a qualcuno in certi passi nebuloso e poco pratico, anche se per tutti non può che essere apprezzato come un testo profondo e carico di elementi su cui meditare.
Noi l’abbiamo letto (meglio dire divorato?) …per poi tornarci sopra a più riprese in momenti diversi e ne abbiamo ricavato moltissimi spunti di riflessione profonda. Non ne siamo usciti illuminati questo no, ma spiritualmente molto arricchiti questo sicuramente sì!

“L’autentico potere umano si trova arrendendosi al potere di adesso”.

Il punto fondamentale della ricerca è che passato e futuro non esistono, esiste solo un unico e infinito momento presente (l’eternità), all’interno del quale tutti siamo connessi nell’unità del Tutto. Il nostro intento dovrebbe essere quello di essere presenti qui ed ora, e non legati al passato che non è più o proiettati nel futuro che non è ancora. L’adesso è l’unico spazio temporale vero, l’unico tratto di esistenza in cui si possa agire.

Il rapporto fra la mente e il momento presente, quindi è anche l’elemento portante di tutta la dissertazione.
La nostra mente è in grado di seguire elucubrazioni complicatissime basandosi su una serie enorme di dati archiviati nella memoria che derivano dalle nostre percezioni fisiche ed emotive. I nostri sensi ci propongono un’analisi materiale del presente mentre l’archivio mnemonico l’associa alla sintesi degli avvenimenti del nostro passato mettendo il tutto automaticamente in relazione. Attraverso questi meccanismi noi ci costruiamo un immagine di noi stessi con la quale ci identifichiamo. L’“ego” che ci condiziona nelle scelte e nelle attività che compiamo nel momento presente, che diventano una sorta di compromesso tra esperienze passate e aspettative future, mediato dalla identificazione che abbiamo di noi stessi.


L’immagine che ci siamo costruiti di noi stessi quindi e soprattutto quello che vorremmo essere, il controllo sulle esperienze passate proiettate sul futuro che vorremmo realizzare, determinano le nostre scelte, da cui derivano poi le azioni che compiamo ora! Le sensazioni che proviamo Ora, quelle che identificano il momento presente. normalmente sono quelle che hanno il minor influsso sulle scelte che direzionano la nostra vita.

Questo anche se essere felici presuppone la totale accettazione del presente, quindi non sfuggirlo, ma percepirlo e parteciparlo completamente. Quante dottrine e filosofie ancestrali si basano sull’importanza fondamentale di vivere il presente e contemplare Dio Ora?
Vivere il presente, e accettarlo completamente, vuol dire mettere in primo piano se stessi , i propri sensi e la nostra vera essenza.

Nell’adesso abbiamo un potere immenso. ….Una grande verità che tuttavia si può comprendere appieno solo attraverso la pratica. Una pratica che può facilmente essere sperimentata con successo da tutti a patto di averne l’intenzione sincera.
Tolle ci fornisce una serie di efficienti indicazioni e una quantità di “chiavi d’accesso” veramente utili… il resto sta a noi.
L’esperienza non può essere trasmessa completamente, ma lui riesce a fornirci una quantità di utili strumenti per trovare da soli la nostra personale via. Unica e assolutamente individuale.

Nell’ Adesso i problemi semplicemente non sono. Solo noi siamo, la nostra vita è qui ed ora. Punto!
Compreso questo il nostro vero sè salirà a galla senza difficoltà, completo e perfetto come Tutto è… Adesso!

“Voi siete qui per consentire al divino scopo dell’universo di manifestarsi. Ecco quanto siete importanti!”

Questo è un libro che ci fa comprendere davvero il senso del miracolo della vita.
Ancora una volta leggiamo un testo (ma pare che Josaya vada in cerca solo di autori che ragionano e scrivono in questa direzione) che non ha nulla a che vedere con la religione, i dogmi o le dottrine canoniche. Eckhart Toll non si considera legato ad alcuna tradizione o religione ma contemporaneamente non esclude nessun sentiero.

Insegna a vivere il “qui e ora” ed a sentirsi in unione con tutto ciò che esiste.”
E’ esperienza di vita trasmessa, che abbraccia tutte le tradizioni senza contraddirle ne avallarle, ne accettarne le influenze e le imposizioni. La teoria ampia ed articolata del potere del Qui ed Ora è patrimonio comune di filosofie e religioni tra le più diverse e più lontane temporalmente e spazialmente.

Un grande messaggio da parte di una grande anima; questo è fuori discussione!

Josaya







1 commento:

  1. Gentile Josaya, abbiamo messo il link di questo post, sulla Pagina Facebook e sul Twitter dell'Editoriale Armenia

    Buon Fine Settimana

    Francesco

    Link pagina FB: http://www.facebook.com/Edarmenia
    Link Twitter:
    http://www.twitter.com/edarmenia

    RispondiElimina