venerdì 15 ottobre 2010

Responsabile al 100%


Soltanto quando riescono ad accettare la responsabilità per tutto ciò riescono a  conseguire il potere di cambiare una parte di esso.
   
Fin quando accetti l'idea che ci sia qualcosa o qualcuno là fuori «a farlo» al tuo posto, ti privi del potere di compiere una qualsiasi azione a quel proposito. Soltanto quando dici: «L'ho fatto io», sei in grado di trovare la forza di cambiarlo.
 
È molto più facile cambiare quanto stai facendo che non cambiare quanto sta facendo un altro. Il primo passo nel cambiare qualcosa è sapere e accettare di avere scelto che sia quello che è. Se non puoi accettare ciò a un livello  personale, convienine mediante la comprensione che Siamo Un Tutto Unico. 
Cerca allora di creare il cambiamento non perché una cosa è sbagliata, ma perché non offre più un'accurata dichiarazione di Chi Sei.
C'è un'unica ragione per fare qualcosa: quella di dichiarare all'universo Chi Sei
Interpretata in questo modo, diventa autocreativa. Ti servi della vita per creare Te Stessome Chi  Sei e come Quello Che Hai Sempre Voluto Essere
Esiste una sola ragione per annullare ogni cosa: ed è perché ciò non costituisce più una dichiarazione di Chi Vorresti Essere. Non rispecchia più la tua identità. 
Non tira p present a.
Se vuoi essere rappresentato di nuovo in maniera confacente a Chi Sei, devi darti da fare  per cambiare tutto quello che nella tua vita non si adatta  all'immagine di te che desideri proiettare nell’eternità. In senso più lato, quindi, tutte le cose cattive che si dà il caso ti siano capitate sono una tua scelta. L'errore non è stato nello sceglierle, ma nel definirle «cattive». Perché definendole cattive, definisci cattivo te stesso, dal momento che sestato tu a crearle. Non puoi accettare questa etichetta, perciò invece di etichettare te stesso come cattivo, rinneghi le tue stesse creazioni. È questa disonestà intellettuale e spirituale a consentirti di accettare un mondo nel quale le condizioni sono quello che sono. Se ti trovassi a dover accettare, o addirittura a provare  dentro di te, un profondo senso di responsabilità personale per il mondo esso sarebbe un luogo diverso. Il mondo sarebbe di gran lunga diverso se  ciascuno si sentisse responsabile.

Nessun commento:

Posta un commento