lunedì 1 novembre 2010

L’Universo non ammette sbagli


 

Eunice Cunha scrive:
ciao cari amici! Non lo so perchè  vi scrivo, mi piacerebbe sapere qualunque risposta, ma non credo che qualcuno abbia questa risposta. Dopo quasi un anno che pratico ho-oponopono, Mi sono iscritta al seminario e anche ho richiesto indietro i soldi perchè non intendevo più partecipare.
Tutto  è cominciato con la mia separazione. Sono quasi due anni. Vivevo a Padova e per seri problemi con mio marito mi sono trasferita a Trento, con la solitudine e con la disperazione ho cominciato a camminare per queste montagne e a leggere e a cercare aiuto nei libri della legge dell’attrazione.
Fino a quando ho letto zero limitis e sono arrivata a Ho-oponopono. Ho comprato tutti i vostri articoli, o praticato giornalmente per raggiungere la mia pulizia. Sono arrivata a trovare un po’ di serenità e dicevo che tutti il soldi  della mia separazione sarebbero stati investiti in un bel progetto. (Sono brasiliana con doppia nazionalità) Avevo l’intenzione di tornare al mio paese e fondare un Ranch dove avrei potuto aiutare psicologicamente le donne sole con figli, insegnando loro anche un mestiere, pensavo in fare una fattoria con una serra di fiori, lavorare la ceramica, ecc… avevo tante le idee, avevo anche pensato ad un nome “Happy Ranch”. Mi mancavo tutti i soldi, ma sapevo chi questi soldi mi sarebbero arrivati. Speravo anche di recuperare  il rapporto con mio marito. Facendo quotidianamente la pulizia ho cominciato a non avere più rabbia nei suoi confronti, e perfino pensavo di tornare insieme con lui e che insieme avremmo realizzato il  mio progetto.
La Settimana passata  gli ho scritto un sms perché venisse a parlare con me, per fare una passeggiata insieme.
Il giorno 17/09, venerdì scorso lui si suicidato.
Mi domando perche??? perchè???
Non trovo la risposta. Senza ombra di dubbio i soldi adesso mi arrivano perchè sono sua erede legittima, senza figli.
Ma perche? mi aiutate a trovare la risposta.
cari saluti! Eunice
Josaya scrive:
La risposta è molto semplice Eunice Cara, evidentemente per lui era la cosa migliore! Il suo percorso passava di là! Lui ora è tornato a casa, in un modo che noi umani consideriamo tragico, ma la tragedia esiste solo nel fatto che prima di compiere quell’azione lui stava soffrendo. In questo sta tutta la tragedia della morte di tuo marito! Non nel suicidio in sè! Ricorda tutto quello che accade è perfetto ed è l’effetto perfetto di una causa perfetta… Quindi non rammaricarti per lui, lui ormai doveva tornare a casa e l’Universo ha scelto questa strada per dargli il Meglio per lui! Tu ora soffri, perchè pensi che abbia commesso un errore che abbia compiuto un atto terribile, ma non è così! Evidentemente lui doveva tornare a casa e quella era la strada.....

continua a leggere qui: http://www.josaya.com/?p=1871&preview=true

1 commento:

  1. Io parto da una condizionè e molto bassa nella società. Da figlio unico con tanti privilegi, sono ventanni che sto sotto la soglia della massa. Dentro di me è morto qualcosa, eppure continuo a credere a far rinascere interessi, vita.Vorrei essere vicino a questa Signora che mette la vita prima dei soldi e del materiale, ma allora perchè lamentarsi tanto invece di ringraziare Dio di ogni secondo di vita, lo dico a voi persone che avete tutto e anche l'imbarazzo di scegliere.

    RispondiElimina