venerdì 5 novembre 2010




6 commenti:

  1. Che dire... BRAVA GIO'! CLAP CLAP CLAP!... CLAP CLAP CLAP!!!
    TI AMO!

    RispondiElimina
  2. Quoto in pieno! Peccato che spesso e volentieri lo dimentichiamo, considerando anche i continui attacchi dall'esterno e dai media (mio padre a ora di pranzo si guarda almeno tre telegiornali: ci credo che alla fine inconsciamente ricomincio a credere di essere impotente)! :/

    RispondiElimina
  3. è vero spesso ce lo dimentichiamo ma proprio per questo grazie per questi articoli ci aiutano a mantenreci centrati
    grazie

    RispondiElimina
  4. Buongiorno.....Ho letto, ma non tutto il seguito. Nella prima parte si dice che "abbiamo seminato ciò che germaglia oggi", in pratica si raccoglie cosa si semina...poi si dice che molti fanno i vittimisti, è probabile che cercano nel loro passato qualche colpa e non la trovano....detto ciò....forse sarebbe meglio dire che si raccolgono i frutti di ogni nostra vita precedente....così le persone capiscono "perchè". Io credo nella reincarnazione e ho letto "Messaggi dai maestri"...se per caso non lo hai letto, prova a dargli un'occhiata...un abbraccio..un bacio...♥

    RispondiElimina
  5. ehehehci hai ragione...
    e lo so da tempo pure io che cado nei soliti vittimismi, Gio!
    Il cammino che percorro da tempo me lo insegna.
    ...Sta "qui" il punto di forza.
    L'importante è la consapevolezza e mai il senso di colpa.
    C'è un divario enorme tra le due cose e nel contempo un filo sottile quando non se ne viene fuori e si è consapevoli:diventa frustrante!
    love love love ♥

    RispondiElimina