mercoledì 1 dicembre 2010

Il ricordo del tunnel di Luce

Hai vissuto anche tu delle esperienze come quelle che seguono? Vuoi condividerle, perchè facciano del bene a quante più persone possibili? Scrivimi  giopop.aaa@teletu.it
Le raccoglieremo in un e-book che allegeremo al libro di prossima pubblicazione "La Morte della Morte"

La sensazione era stupenda, stavo troppo bene, sentivo la pace intorno a me, poi ho visto una luce chiarissima, indescrivibile talmente era chiara e lucente (una luce calda, lo percepivo come un tunnel perchè sentivo che potevo entrarci).
Sinceramente vi dirò che se qualcuno mi avesse chiesto: "Vuoi seguire la luce o tornare indietro?" ebbene, non so cosa avrei deciso.
Comunque arrivò mio padre che mi prese per i capelli riportandomi in superficie.
Ma ero ancora fuori dal mio involucro terreno, infatti vidi che venivo portato fino alla riva e ricordo benissimo che vedevo ancora, dal mare, la gente sulla spiaggia intorno a me per rianimarmi.
Poi rientrai, e riaprendo gli occhi la gente che prima vedevo da lontano era intorno a me felice di avermi salvato dalla morte.
Sinceramente questa esperienza mi ha fatto capire che c'è altro dopo la morte di questo corpo dove mi trovo, secondo me non si muore completamente ma rimane l'essenza, lo Spirito, l'Anima... chiamatela come vi pare. Dopo... inizia un'altra vita.

Ernesto

http://www.liberamenteservo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=3893

Mi chiamo Maria , amo dipingere e scrivere fiabe.
Sono stata per due volte nel tunnel di luce, una a 5 anni una a 27.
Il viaggio nel tunnel mi ha cambiato, non sarei così se non avessi fatto quei viaggi.
Nel tunnel mi sono ritrovata dopo due gravissime malattie.
Di entrambe le esperienze ricordo ogni singolo istante e quella meravigliosa luce bianca accompagna tutta la mia vita.
ll tempo non ha cancellato nulla, è come fosse avvenuto ora.
Ricordo molto bene quando a mio padre raccontai a 5 anni di essere stata nel tunnel, ma, prima di esser stata sopra il mio corpo e di aver viaggiato per le stanze dell'ospedale, gli dissi anche il dialogo di due medici fuori dalla stanza e che ero stata a trovare un ragazzo in fondo al corridoio che stava molto male, si spaventò moltissimo e mi fece promettere di non parlarne mai con nessuno nemmeno da grande o mi avrebbero preso per pazza, ma lui non sapeva darsi spiegazione di ciò che era accaduto.
Cosa mi riportò indietro nel mio corpo? Non so, forse non era il mio tempo ma ricordo molto bene che nel tunnel sentii la voce di mio padre che urlava e piangeva ...... mi chiamava forte forte .... mi sono fermata un attimo ..... anche se la Luce quella fantastica luce mi chiamava e mi attraeva a sè, era meravigliosa. Mi fermai ..... sentii la voce, le urla di mio padre disperato ..... e ad un tratto mi catapultai nel mio corpo .... fu terribile ........ d'un tratto mi ritrovai di nuovo nel mio letto con terribili dolori ......... non dimenticherò mai quella Luce .......
Ricordo ....... parlai solo una volta di Luce. All'età di 13 anni i miei genitori mi iscrissero in una scuola cattolica  (anche se loro non lo erano). Lì l'insegnante di religione parlava di Paradiso e inferno ......... mi sentivo il paladino della luce ..... mi alzai in piedi: "no, no, c'è solo luce" ... è bellissima ........ il Dio è uno solo, potete chiamarlo come volete ..... tutto è uno non ci sono separazioni. Mi dissero che un buon cattolico non parla così, crede nel Paradiso e nell'inferno e allora dissi: "non sono una cattolica, io credo nella Luce ... c' è una meravigliosa luce .... credetemi è bellissima ... non crederò mai alle vostre storie".
I miei compagni di classe ridevano e mi prendevano in giro mentre io insistevo .... l'insegnante era furiosa ..... io continuavo non potendo non dire nulla. "E' lì ... l'ho vista".
Convocarono i miei genitori ..... credevano fossi impazzita ............. presi una sospensione di 3 giorni ..... fu la prima volta che ne parlai ...... non potevo lasciare che gli altri credessero all'inferno. Dovevo dir loro della Luce ...... una piccola ragazzina di 13 anni voleva convincere il mondo della Luce e di tutto quell'immenso amore ..........
Gli anni trascorsero e io portavo con me il mio segreto. A venti anni vidi "per caso" in tv la fine di una trasmissione non ricordo su che canale, dove c'era un uomo che raccontava la sua esperienza. Ricordo la gioia che provai ..... il mio segreto era anche la sua esperienza ...... e quell'uomo raccontava con gioia della grande meravigliosa Luce ......... anche se per molti anni non dissi nulla custodendo il segreto, ricordo che non dubitai mai di quella meravigliosa esperienza, chiamarla esperienza è dire poco ...... fu meraviglioso!
Più tardi quando avevo 27 anni ripetei quell'esperienza e vi posso assicurare che fu esattamente uguale ........ nulla cambiò anche se il tempo era trascorso.
Che altro dire, non saprei, sono cresciuta e la mia vita è cambiata molto dopo la seconda esperienza, la ricerca spirituale si è fatta intensa.
Un abbraccio
amore, luce, gioia, pace
Maria
(per gentile concessione di Sara Luce del sito http://www.leparoledegliangeli.it)

http://www.graziemiodio.it/index.php?option=com_content&view=article&id=172%3Aesperienza-del-tunnel-di-luce&catid=45%3Aaggiornamenti&Itemid=61&lang=it


Avevo solo 8 anni , quando qualcosa stava per accadere. Ero sola nel mio lettuccio , mi vedo ancora li distesa nel letto e, sento che sta per accadere qualcosa.
Qualcosa che cambierà la mia vita per sempre.
La mia percezione è mutata, dal stare semplicemente sotto le coperte in posizione supina, inizio a sentire una forma di deformazione, un senso di formicolio , mi muovo dentro il mio corpo come se fossi dentro ad un involucro dalla quale sto uscendo.
Scivolo via dal mio letto. Proiettata Verso l'alto. Ma non vedo l'esterno di casa mia, ma direttamente un mondo che non è questo il nostro amato pianeta Terra.. è come se avessi attraversato per uno , due metri la stanza verso una porta che non dava sul giardino ma direttamente nel tunnel.
Il mio corpicino era li ancora nel letto sotto le coperte. La sensazione era molto molto bella . Era stupenda . Percepivo candore, calore, amore, benessere, un profumo che mai ho sentito sulla terra.
In pochi istanti (non so quantificare il tempo esatto ), sono fuori . Fuori dal mio corpo sto bene benissimo e vedo una manto luminoso davanti a Me.!!..
Nulla sulla terra ha la stessa consistenza. é molto bello e piacevole , mi sento avvolta da tantissimo amore. Voglio restare li in quel manto che percepisco come Tunnel mentre percepisco e vedo, mi sto allontanando sempre di più dal mio letto, e vado dentro a questo tunnel ..
Ma qualcosa dopo un pò mi ributta nel mio corpicino e ciò che mi viene indotto nel pensiero è «questo non è ancora il tuo momento» ..
Inizio a sentire con diversi dolori il mio corpo e mi rendo conto che sono rientrata. «il ricordo del Tunnel è in me in modo indelebile, ricordo tutto nei minimi particolari, in quanto ero sveglia non mi sono mai addormentata durante tutto il periodo dell'esperienza e anche dopo l'esperienza come se fossi andata in cucina a prendere un bicchiere d'acqua , ricordo tutto in modo chiaro.»
La mia febbre era salita moltissimo. Ed io stavo andando Via. Senza voler fare ritorno sulla Terra. «Mi sento una persona segnata da questo evento , ed è solo la prima esperienza significativa che ricordo bene nei dettagli.. a questa esperienza seguiranno negli anni cose fantastiche e altre meno fantastiche ma tutte importanti»
Ho lottato con me stessa per molti anni e molto tempo. Ad ogni risveglio del mattino la prima cosa che facevo era guardare il mio corpo e ogni volta dicevo «SONO ANCORA QUI IN QUESTO CORPO » con senso di : « VORREI ESSERE NEL MONDO DEGLI SPIRITI DELLE ANIME.. NON SO COME CHIAMARLO in quanto cambia solo la consistenza e il rapporto con le cose che ci circondano..»
Ma in realtà oggi Dico: Se non fosse stato per quella esperienza oggi forse ero una delle tante persone che combattono per la carne , per il potere e il piacere di Avere e non di essere..
Io preferisco Amare con la consapevolezza che porto con me da oltre 35 anni questa esperienza. IO SONO UN CORPO UNA ENTITA' MANIFESTAZIONE DI INTELLIGENZA...
Non sono un corpo fisico . Ma una Entità ospitata da un corpo fisico pesante atomico.
Il nostro caro corpo umano che tanto amiamo e a volte non lo consideriamo. Ma che ci accompagna per tutto il periodo di vita terrena.
Per questa ragione credo nello spirito nell'anima, nel mondo imperituro.
Questa è solo la mia prima esperienza spirituale...

Silvia Michela Carrassi


Buonasera a tutti... che dirvi, ho vissuto anche io l'esperienza del tunnel di luce e da quando è successo il fatto, ca 10 anni fa, ho cambiato completamente il modo di vivere e di vedere le cose... ora tutto dev'essere vissuto con la mia massima FELICITà. Devo esser sincero, è stata un'esperienza bellissima, impossibi...le da dimenticare, ho ancora in mente il film della mia vita che mi scorreva davanti.................. senza parole, giuro. Non riesco ancora a rendermi conto come sia potuto accadere e perchè proprio a me! ora mi sento diverso da tutti.... 

Salve a tutti volevo condividere con voi la mia esperienza che risale al luglio 2006. 

Incinta di un mese e mezzo, consapevole di aver una gravidanza extrauterina, mi appresto a fare accertamenti che si manifestano corretti...la gravidanza si era installata nella tuba, doveva esser rimossa...prego molto e chiedo aiuto a Dio e il perchè di tale dolorosa esperienza...ma con saggezza accetto e cerco conforto nella preghiera e nella vicinanza di energie sottili...lacrime e sofferenza segnano i giorni del ricovero fino all'intervento!  Vengo preparata e procedono all'intervento, prima del risveglio post operatorio, ricordo la mia esperienza...vivida appena vissuta, un po "cancellata" nelle ore a seguire, ma che da un po è riaffiorata vivida e palpabile... 

un lungo corridoio e in fondo una luce, densa bianca e luminescente...alcune ombre si stagliano nella sua lunghezza tutte richiamate dalla luce...io la sto raggiungendo, sono attratta fortemente e sento calore e fisicità anche se tutto appare come sogno...accanto a me una figura, che mette la mano sulla mia spalla sinistra..io li chiedo..."Dov'è la mia bimba?" (ero consapevole e lo sono tuttora che sia stata Sara, la mia bimba!),"non c'è più vero? Me l'hanno portata via?" e questa persona accanto non la vedo ma la sento, presente, piena, avvolgente, calda, rassicurante...cerco contatto con la sua mano appoggio la mia sopra la sua e continuo a chiedere...ad un tratto sento le infermiere chiamarmi per il risveglio così apro gli occhi a metà e resto in ambedue le dimensioni...chiudo gli occhi e vedo il tunnel, apro gli occhi e vedo l'orologio bianco e le piastrelle verdi pastello della sala pre-operatoria, percepisco il freddo e sento l'elettrocardiogramma col segnale che sta lentamente rendendosi piatto............sento un armeggiare attorno a me e le infermiere chiedere "come stai?", "Come ti senti?" e io dire... "Non tanto bene.." mentre la mia voce stenta ad uscire e dico "La mia bimba dov'è? Non c'è più vero?"...nessuno mi risponde e lentamente decido di andare....subito un segnale secco ed acuto si evidenzia nella stanza BIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIP ......... e una voce flebile lungo le pareti della stanza RIECHEGGIARE "Presto fatele una fiala di .-..... (non ricordo cosa) di contrasto!Presto!!" e li sento il cuore in petto saltare e la mano dell'ombra (che io ricordo esser stata quella di un uomo) dire..."Non è tempo per te devi tornare, vai!" ed ecco che apro gli occhi in quella stanza, girata verso l'orologio affisso in parete, in un tempo che non riesco a quantificare, ancora mezza gelida e con la nostalgia di un frutto non visto crescere...Penso a quella figura che seppur non presente nalla stanza percepisco ancora vicino a me, confusa dalle due dimensioni parallele e ancora incapace di comprenderne il senso reale...        Ma ora so che Sara è li in alto, nel regno dei Cieli, che mi assiste e che ha un percorso di luce, le ho ridato amore e i suoi frammenti di anima come lei li ha donati a me e ora siamo qui con il suo fratellino Christian che oggi ha circa due anni e mezzo...        questa la mia esperienza di luce oltre ai messaggi che ultimamente canalizzo da energie superiori, piene di amore per tutti noi...

Serenità e luce a tutti voi

Francesca
 http://www.facebook.com/group.php?gid=173726145111#!/topic.php?uid=173726145111&topic=13588


 

4 commenti:

  1. io non lo so se la mia esperienza è di questo genere però ve la racconto anche perchè mi è sempre rimasta impressa forse qualcuno potrà dirmi qualcosa in proposito
    30 dicembre 1995 :parto difficile, emorraggia e cesareo d'urgenza
    mi sento felice e dico a me stessa :ho capito tutto (cosa avevo capito?)
    sento le voci dei medici che dicono non si sveglia non si sveglia e penso : perchè mi chiamano? voglio stare dove sono non voglio tornare cosa vogliono da me qua ho capito tutto
    li vedo e li sento dire : portate il bambino portate il bambino
    quando sento mio figlio piangere penso:c' è il bambino allora devo tornare ed esco dall'anestesia
    forse c'è una spiegazione scientifica per quetsa cosa tipo allucinazioni da farmaco?

    RispondiElimina
  2. Grazie per la tua testiomonianza, che secondo me ha davvero poco a che fare con le allucinazioni. Semplicemente è l'ennesima prova che noi non siamo, il nostro corpo, non siamo la nostra mente, ma insieme ad essi siamo un'entità più ampia in grado di osservare le attività del corpo e della mente!
    Grazie!

    Giò

    RispondiElimina
  3. La mia Esperienza invece mi ha delucidato moltissimo riguardo all'Aldilà: non entrerò mai più in quel tunnel buio con luce semi-abbagliante perchè quell'Entità di luce biancastra o Masssimo di Luce quasi accecante non è il mio creatore, Anima in me se ne accorta appena in tempo altrimenti mi sarebbe toccato di nuovo la reincarnazione sulla Terra o altrove ciò a sua discrezione.
    Non credo che le apparizioni familiari che ci invitano ad entrare in quel Luogo a metà strada siano reali, le Anime o si sono già reincarnare a sua cagione sulla terra oppure si sono finalmente Liberate da codesto circolo vizioso e sono alfine Tornate a Casa da donde realmente proveniamo. Appena fuori del corpo ero già l'Estasi di Pace ed Amore ed ero una infinita bolla trasparente Felice e Libera non avevo bisogno di essere avvolta da quelle luce che non è della nostra Stessa Sostanza Trasparente ma abbaglia, offusca, ammalia, inebria...
    vi sono in rete altre persone che come me hanno ricordi di altre vite passate non desiderate, come prigionieri di un ciclo ossessivo di reincarnazioni volute da quell'entità di luce.
    Quando sarà giunta la Fuori, ora volerò via per Sempre da codesta dimensione e non entrerò nè di nuovo nel tunnel buio o vortice nerissimo ma con una luce che attrae in fondo, nè seguirò qualsiasi tipo di apparizione perchè ora ho Consapevolezza, Donatami dall mia Anima Cosciente che è Bene tornare a Casa.
    Inoltre ho avuto conferma da altri che parlano di esseri di luce abbagliante prigiona nel vortice nero che ha al posto del cuore le anime innocenti e candide,obliandole, ma dona un sensazione piacevole perchè usa proprio l'energia Divina delle Anime cadute in suo possesso.
    Ho sentito nel Cuore di portare anche la mia Esperienza senza alcuna presunzione, ma per semplice Conoscenza, sapere anche altre versioni non procurerà danno certamente ad alcuno, ogni Anima ha il Libero Arbitrio ed è giusto che lo eserciti.
    Auguro a tutti voi Amore e Pace.

    RispondiElimina
  4. Grazie, per il tuo utile contributo! Giò

    RispondiElimina