giovedì 16 dicembre 2010

Sempre a favore del suo opposto...


Bisogna amarsi a tal punto che gli altri ci vedano con i nostri  occhi e ci accettino e ci amino a loro volta per ciò che realmente siamo, non per la maschera che indossiamo.
Se non ci si ama profondamente non si potrà mai sapere veramente cosa significa Amare e quindi tantomeno potremo essere “altruisti” perché non conosceremmo il vero significato della parola Amore.
Nel dire questo noi ci siamo convinti che la generazione new age degli hippy, dei figli dei fiori, degli ambientalisti e dei pacifisti a tutti i costi, degli anni 60/70 del secolo scorso, sia la generazione più ammirabile da un punto di vista di valore umano e allo stesso tempo una delle generazioni che hanno prodotto i maggiori danni sul pianeta terra.

Shock!!!

Erano in verità (e molti lo sono ancora adesso) delle persone fantastiche, tutte proiettate verso il bene del prossimo, piene ricolme di amore e di compassione per gli altri e per il pianeta.
Credevano davvero di fare del bene mettendo fiori ovunque e riempiendo ogni dove di arcobaleni e simboli di pace.
Loro erano quelli delle grandi cause e disposti a tutto, a qualunque sacrificio, pur di ottenere dei risultati.
Erano costantemente in lotta con tutti, a partire dai propri genitori, per arrivare a tutte le istituzioni ufficiali, contro cui si schieravano a costo di qualunque cosa.
Pur di sensibilizzare l’opinione pubblica erano disposti a qualunque sacrificio.
Encomiabile! Erano/Sono davvero delle gran belle persone!
Loro hanno impostato la loro vita in base a quello che provavano per gli altri, anche al di là di ogni razionalità e di ogni formalismo o senso pratico e sicuramente al di là di ogni ragionamento di tipo utilitaristico.
Tuttavia, per la maggior parte non erano sicuramente persone in pace con sé stesse.
Pacifisti sì ad ogni costo, ma in pace molto raramente.
Le loro relazioni, non funzionavano, i rapporti con gli altri non fluivano lisci, le loro vite erano spesso particolarmente incasinate, avevano delle personalità sovente complicate e si ritrovavano ad essere in conflitto anche con se stessi, per non parlare della loro situazione economica che il più delle volte rasentava il disastro.
A sentire loro, magari sostenevano assolutamente di essere felici all’ennesima potenza e che non era assolutamente colpa loro se non riuscivano a mangiare a pranzo e cena tutti i giorni, se non riuscivano ad avere una relazione più lunga di tre mesi, se la loro auto cadeva a pezzi e se erano pieni di dolori e di magagne fisiche di vario genere.
La verità è che erano talmente focalizzati sulla tragedia che permea tutto il mondo che era assolutamente impossibile che potessero sentire in loro stessi né pace né gioia.
Loro vivevano nella continua paura che la Terra fosse inquinata irrimediabilmente o che saltasse per aria da un momento all’altro o che la foresta amazzonica scomparisse dopodomani.
Questa generazione di pacifisti ad oltranza incarna la più alta coscienza possibile sulla Terra, non c’è dubbio.
E’ certamente inutile ripetere ancora che la nostra realtà si manifesta attraverso i pensieri che teniamo più a lungo in testa e attraverso le emozioni ad essi correlati!
Sappiamo bene che l’Universo non fa differenza tra i desideri e i timori sui quali soffermiamo i nostri pensieri.
Il pensiero, viaggia oltre la velocità supersonica, raggiunge istantaneamente ogni dove.

La nostra mente è assimilabile ad un apparecchio radio e da esso differisce per una sola caratteristica importante, è più perfetta!
Un uomo quindi che ha raggiunto la Pace dell’Io, invia all’Universo, senza soluzione di continuità, a velocità indicibile, onde energetiche di Pace e Armonia che si diffondono e si propagano in ogni luogo.
Esse penetrano nella mente degli altri apparecchi radio umani, dando origine in loro ad altri pensieri di Pace ed Armonia, diffondendoli nell’Universo in progressione geometrica.
Quando un qualsiasi pensiero di qualunque natura nasce nella mente umana e nel suo cuore provoca delle emozioni, si propaga nell’Universo come le onde provocate da un sasso lanciato nel lago o dalla luce di una candela in un ambiente buio.
Il pensiero si diffonde dando origine a pensieri di natura analoga e di conseguenza ad emozioni di tipo simile.
L’unica differenza tra i pensieri di Amore e i pensieri di odio è che i primi si propagano più velocemente e arrivano più distanti perché l’Amore è enormemente più potente dell’odio!
L’essenza dell’Universo, l’essenza del Tutto è l’Amore non l’odio!
Herry Potter ha sconfitto Voldemort e l’unico strumento che possedeva in più del suo nemico era l’Amore!
Sappiamo bene ormai che possiamo cambiare il mondo con la forza del pensiero.
I pensieri sono principi viventi, potenti e forti come la roccia.
Noi possiamo concludere il nostro soggiorno in questa dimensione, ma i nostri pensieri rimarranno qui a diffondere la loro energia. Detto questo, anzi ribadito questo, chiediamoci ora, se la realtà viene manifestata attraverso i pensieri e le relative emozioni persistenti, cosa può aver manifestato un’intera generazione di pacifisti lottatori?

6 commenti:

  1. Stupendo! La penso allo stesso modo! Grazie per i vostri messaggi sicuramente molto saggi e utili per aumentare l'autostima gia' esistente!

    RispondiElimina
  2. Bella condivisione. Vi seguo da parekki mesi e posso dire che è grande il bene che state risvegliando in tanta gente, e in voi... e in me.
    Magari qualk1, cm me fino a qst punto, nn ve lo ha fatto presente, ma sappiate, e voi lo sapete, che state facendo tante cose positive.

    RispondiElimina
  3. Grazie Alessandro! Non ho parole per dirti grazie dal profondo del cuore!

    Certo Giuseppina, un' alta autostima personale è fondamentale per il benessere dell'umanità!

    Giò

    RispondiElimina
  4. grazie Giò :-)
    Una risposta alla tua domanda finale credo possa essere trovata nell'Astrologia.
    Quando certe qualità si esprimono attraversando una generazione, cosa sta realmente succedendo lo si può leggere nei transiti dei pianeti lenti nei segni.
    Giò, cosa ne pensi dell'Astrologia?
    Ciao, ancora grazie!
    Andrea

    RispondiElimina
  5. Ciao Andrea... la mia era una domanda retorica, la cui risposta assolutamente ovvia è: Niente di buono!
    L'astrologia? non ne so niente! Sinceramente non ne ho mai sentito il bisogno, ma questo non significa nulla! Un bacio Giò

    RispondiElimina
  6. A me resta incredibile come si a possibile che generazioni possano cambiare così radicalmente, dall'altruismo più estremo, all'egoismo, antagonismo e arroganza violenta di oggi.

    RispondiElimina